La proposta segue quelle di Germania e Inghilterra. Carburanti tradizionali solo per i camion

La California, attraverso una politica green, da anni promuove una mobilità ecosostenibile. Ha dato il via libera alla sperimentazione delle auto a guida autonoma senza pilota a bordo e, in disaccordo con il presidente Trump, ha come obiettivo la messa su strada di 1,5 milioni di veicoli a zero emissioni entro il 2025. Questo è quanto voluto dal governatore Jerry Brown che, nei giorni scorsi, ha appoggiato la proposta di Phil Ting di azzerare le vendite di veicoli inquinanti a partire dal 2040. Verrà presa in considerazione dall'Assemblea Generale, ma non è ancora chiaro se con "auto a zero emissioni" ci si riferisca solo a veicoli full electric o anche ai fuel cell. Questo per quanto riguarda il trasporto privato; sono esclusi infatti i veicoli commerciali e di grandi dimensioni (superiori a 4,5 tonnellate).


Obiettivo è quello di abbassare del 40% entro il 2030 - e del 80% entro il 2050 - le emissioni nocive rispetto al picco registrato nel 1990. Per fare questo però non serve solamente obbligare il cittadino a comprare una nuova vettura EV, ma si devono fornire a quest'ultimo tutte le infrastrutture - vedi colonnine di ricarica - necessarie a garantire qualsiasi spostamento, a corto, medio o lungo raggio che sia. Al giorno d'oggi ci sono circa 300.000 veicoli totalmente elettrici in California, non molti se rapportati al volume di vendite delle auto con carburante tradizionale. Nel 2016, su 2,1 milioni di vetture vendute, solo l'1,9% è completamente elettrico. C'è da dire che, nonostante sia un obiettivo non facile da raggiungere, i volumi di vendite di auto EV sono in costante crescita. Leggi simili alla AB 1745 - così è stata identificata la proposta - hanno avuto seguito anche in Europa, con Inghilterra e Germania che, rispettivamente dal 2040 e dal 2030, aboliranno le vendite di auto a carburante tradizionale.