La Repubblica del Monte Titano annuncia la sua svolta elettrica, infrastrutture di ricarica e parco pubblico a zero emissioni

Anche le Repubblica di San Marino si muove per l’ambiente lanciando un progetto di mobilità sostenibile che la vedrà impegnata in una serie di attività normative e organizzative fra cui la creazione di stazioni di ricarica e l'adozione di auto elettriche per la pubblica amministrazione fra queste 10 Renault ZOE andate in dotazione alle poste sammarinesi. Nella scelta dell'utilitaria della Losanga ha probabilmente pesato il fatto di essere risultata la seconda auto elettrica più venduta in Italia e, secondo i dati di Renault, la più venduta in Europa.


Una svolta ecologica


La decisione riguarda le Segreterie di Stato Industria, Territorio, Turismo e Innovazione tecnologica del piccolo stato del Monte Titano e ha l’obiettivo di limitare le emissioni inquinanti e il risparmio energetico; oltre che incentivare il turismo ecologico nella zona. Un'iniziativa resa sicuramente più facile da mettere in pratica dalle dimensioni contenute del territorio interessato anche se comunque strategico.


Un'elettrica che piace


Fra le caratteristiche vincenti dell ZOE c’e sicuramente la sua versatilità d’utilizzo recentemente ampliata come l’introduzione della nuova batteria da 41 kWh che le ha dato un’autonomia in ciclo NEDC di circa 400 km che corrispondono a poco meno di 300 km nell'utilizzo reale. Fra le altre novità che interessano l’utilitaria 100% elettrica anche il nuovo caricabatterie Caméléon che offre una una ricarica più veloce sulle infrastrutture a corrente alternata, adattandosi automaticamente a tutte le potenze, monofase e trifase.

Renault ZOE, la nuova auto della poste di San Marino

Foto di: Francesco Stazi