Le berline tengono, ma nulla sembra poter arrestare l’ascesa delle crossover, dove la Fiat 500X è la regina

Lo ripetiamo ormai da tempo e ancora una volta abbiamo la conferma: crossover e SUV sono sempre più nel cuore degli automobilisti italiani. L’ennesima testimonianza ci viene dai dati delle vendite auto del 2017 dove, su quasi 2.000.000 di unità vendute, circa 600.000 appartengono a questa categoria. Assetto rialzato è il mantra di tutti, costruttori e acquirenti. A dominare il segmento è la Fiat 500X, con 45.789 immatricolazioni. Numero che segna il sorpasso sulla Volkswagen Golf, ferma a 41.820 unità, in calo rispetto al 2016. L’ex regina del segmento C non è più tale e dietro di lei ci sono ancora numerosi SUV e crossover a sgomitare, lasciando poco spazio a modelli senza assetto rialzato: Fiat Tipo e Alfa Romeo Giulietta.


Ascesa al vertice


Guardando al quadro generale, rispetto al 2016 le vendite di crossover sono aumentate del 30,3%, passando da 341.288 a 444.463 unità, alle quali bisogna unire le 164.707 unità fatte registrare dai fuoristrada (ovvero le versioni a trazione integrale), per un totale di 609.350. Le preferite sono la già citata Fiat 500X seguita da Jeep Renegade (37.632), Nissan Qashqai (31.348), Renault Captur (29.892) e Volkswagen Tiguan (29.161). Come la vita, anche il mercato auto è fatto di scale: c’è chi scende e c’è chi sale. A scendere (non certo dolcemente) sono i monovolume piccoli e compatti, calati rispettivamente dell’11,9 e 7,8%. Sono loro le vittime preferite dell’ascesa di crossover e SUV. Scendono invece di poco i monovolume grandi, -0,4%, ma da tempo rappresentano ormai una sorta di dinosauri, vittime dell'esplosione di crossover e SUV. Resistono invece le station wagon, a +1,7% rispetto al 2016 con un totale di 140.946 auto vendute. Chissà fino a quando durerà il segno “+” anche per loro. Al primo posto nella classifica per carrozzeria rimangono comunque le berline, saldamente in cima al podio con 1.042.368 unità vendute, per una crescita del 3,3%. Bisogna però notare bene come per “berline” si intenda un’ampia varietà di modelli, dalla Fiat Panda alla Mercedes Classe S. Le piace vincere facile. Guardando però, ad esempio, nel segmento delle medie si nota come la prima berlina vera e propria (Audi A4) sia solo al quarto posto, con Volkswagen Tiguan, Ford Kuga e BMW X1 a occupare il podio. Si, esatto, 3 SUV. Salendo di categoria (il segmento E), al top ci sono le solite 3 tedesche Mercedes Classe E, BMW Serie 5 e Audi A6, seguite da 7 SUV. Le “berlinone” sembrano avere i giorni contati.


Belle scoperte


Una sorpresa è rappresentata dalle auto cabrio e spider, mosche bianche nel panorama automobilistico italiano, ma cresciute rispetto al 2016 e in grado di superare le monovolumi grandi, facendo registrare 11.715 unità immatricolate, +27,9%. Una crescita seconda solamente a quella delle crossover. La prima posizione è occupata dalla smart fortwo cabrio (2.575 unità), seguita dall’italiana Fiat 124 Spider (1.522) e Mini Cabrio (1.124). In top ten c’è anche la Porsche 911, con 401 unità immatricolate.


 


 

Le auto che piacciono agli italiani

Foto di: Massimo Grassi