Sarà dotato di guida autonoma di Livello 3 e un'autonomia stimata di 402 chilometri

Al Ces di Las Vegas Byton mostra il proprio prototipo di crossover elettrico che verrà commercializzato in Cina a partire dal prossimo anno. Dopo le prime immagini teasing rilasciate pochi giorni fa, che poco avevano svelato su stile e design, ecco ora delle immagini ben più chiare ed evidenti. La scelta di mostrare il concept di questo SUV elettrico al salone di Las Vegas - in programma dal prossimo 9 Gennaio - non è casuale, considerando oramai la sinergia degli ultimissimi anni tra la fiera dell'elettronica ed il mondo dell'automotive. D'altronde, lo stesso brand Byton è figlio della startup cinese Future Mobility Corporation.


Elettrica a guida autonoma


L'azienda cinese, con a capo l'ex BMW Carsten Breitfeld, ha già rivelato intenzioni e dettagli alla base di questo futuro crossover a zero emissioni che dovrebbe avere dalla sua 402 chilometri di autonomia. Inoltre, con una ricarica rapida di 20 minuti, avrà un'autonomia stimata pari a 241 chilometri. Al momento del lancio sul mercato, questo crossover sarà dotato di guida autonoma di livello 3. In altre parole l'auto sarà in grado di guidare da sola gestendo accelerazione, frenata e direzione, con il pilota che dovrà intervenire in caso di situazioni problematiche. Successivamente comunque, la stessa Byton ha assicurato come ci sarà un upgrade a livello 4, dunque anche una gestione delle situazioni più tipiche di traffico a livello urbano ed extraurbano.


Stile da SUV


Dal punto di vista stilistico, il mezzo mostra una linea tipicamente da SUV con gruppi ottici disposti nella zona frontale che ricordano i dettami di casa Land Rover. Il cofano muscoloso è dotato di profonde venature e contribuisce ad una orizzontalizzazione delle linee presente anche al posteriore con geometrie non dissimili. Particolare stilistico da sottolineare è anche la fascia posta sotto i gruppi ottici con venature illuminate quasi a formare un reticolo. Passando agli interni, gli elementi più interessanti sono sicuramente il display da 49 pollici, in grado di estendersi lungo tutta la lunghezza del cruscotto, ed un secondo monitor posto al centro del volante. Su quest'ultimo elemento però, vertono dubbi riguardo la fattibilità, considerando come il monitor tolga lo spazio necessario per l'airbag. Ulteriore peculiarità riguarderà la capacità dell'auto di poter monitorare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna degli occupanti. Il Crossover comunque sarà, nelle intenzioni di Byton, il primo mezzo di una flotta che comprenderà una berlina ed una monovolume, entrambe basate sulla stessa piattaforma di questo primo modello.

Byton, ecco il SUV elettrico al Ces di Las Vegas