Debutta al Tokyo Auto Salon 2018 l'hypercar giapponese derivata dalla monoposto che corre nel WEC

Negli ultimi tempi c’è stato un fuggi fuggi (quasi) generale dal WEC con Audi e Porsche, protagoniste delle ultime edizioni della 24 Ore di Le Mans, pronte a sbarcare in Formula E. Di grandi costruttori nella categoria LMP1 rimarrà unicamente Toyota, fermamente intenzionata a continuare a correre nel campionato Endurance, laboratorio meccanico che ha dato vita alla Toyota GR Super Sport Concept, hypercar da 1.000 CV presentata al Tokyo Auto Salon e derivata dalla TS050 che corre nel Mondiale Endurance.


Gemelle diverse


A ben guardare le similitudini estetiche tra la concept del reparto Gazoo Racing e il bolide che corre nel WEC sono evidenti e anche se la GR Super Sport rinuncia, ad esempio, ai mastodontici gruppi ottici anteriori o alla pinna centrale. Quello che conta è ciò che sta sotto la carrozzeria: un telaio in fibra di carbonio e una motorizzazione ibrida derivata direttamente dal mondo delle corse e capace di buttare a terra cavalli a volontà. Esattamente come succede sulla Mercedes-AMG Project One, che ha attinto a piene mani dal mondo della Formula 1 per dare vita a un motore piccolo ma cattivissimo. Nel caso della Toyota GR Super Sport Concept c’è il Toyota Hybrid System - Racing (THS-R), composto da un V6 biturbo benzina e due motori elettrici - alimentati da un pacco batterie agli ioni di litio – per un totale di 1.000 CV.


Manifesto o realtà?


Purtroppo il comunicato stampa dedicato alla Toyota GR Super Sport Concept non è ricco di dati tecnici o date di un eventuale lancio della versione di serie. Dalle parole di Shigeki Tomoyama (presidente del reparto Gazoo Racing) sappiamo che, come la e-Palette presentata al CES, anche la hypercar sfrutta le nuove tecnologie di connettività che rendono l’auto sempre più simile a uno smartphone. “Nonostante le differenze tra i due modelli concettuali, entrambi sono veicoli elettrificati dotati delle ultime tecnologie IT e sono destinati a diventare auto connesse sicure e rispettose dell'ambiente”. Se dell’e-Palette sappiamo però che nel 2020 inizieranno i test, lo stesso non possiamo dire della GR Super Sport. Non sappiamo se l’hypercar giapponese si scontrerà con le concorrenti firmate Aston Martin (al lavoro sulla Valkyrie), McLaren, Mercedes-AMG e altri bolidi ibridi o se rimarrà una show car destinata a rimanere un manifesto tecnologico.

Toyota GR Super Sport Concept, ibrida e cattivissima

Foto di: Massimo Grassi