Forme sinuose e senza spigoli, viste da vicino a Detroit

La prima volta in un salone della nuova Mercedes CLS è proprio qui al NAIAS 2018 di Detroit, palcoscenico scelto non a caso perché la grande berlina coupé di terza generazione nasce per piacere anche e soprattutto al pubblico nordamericano. La nuova CLS è anche la "palestra" scelta dalla Casa della Stella per proporre un nuovo corso stilistico fatto di linee raccordate, sinuose, senza spigoli e fronzoli inutili.


Largo alla "sensuale purezza"


Basta infatti dare un'occhiata alla coda della nuova Mercedes CLS per capire cosa intende il responsabile del design Mercedes, Gorden Wagener, quando parla di "sensuale purezza". Il padiglione spiovente che si fonde con il passaruota posteriore e con il cofano bagagli sfruttando anche i gruppi ottici, così come il frontale inedito sono i primi esempi di quello che vedremo sulla prossime Mercedes, già a partire dalla nuova Classe A.


Col 6 cilindri in linea l'AMG diventa "53"


Anche dentro è tutto nuovo e questa Mercedes-AMG CLS 53 4MATIC+ sembra voler esagerare con il lusso. Il grande display doppio da 12,3" domina la plancia e il cruscotto, mentre le bocchette di aerazione inaugurano la "new wave" della Stella assieme alla fibra di carbonio chiara. Tanto lusso e sportività sono giustificati dal fatto che siamo sulla nuovissima versione creata ad Affalterbach con il 6 cilindri in linea mild hybrid con EQ Boost che sviluppa la bellezza di 435 CV.

Mercedes-AMG CLS 53, l'ibrido che regala emozioni