Il SUV coreano viene proposto con la formula del noleggio a lungo termine

Per i privati senza partita IVA, prende sempre più piede una formula alternativa alla proprietà: il noleggio a lungo termine. Che dura anni, a differenza del noleggio a breve termine di pochi giorni. Fra le altre, è attiva ora la promozione Kia Renting Privati della Kia Sportage, valida sino a fine gennaio. Per la precisione, il sito kia.it fa l’esempio della Kia Sportage a benzina 1.6 GDI Urban 2WD, ma l’offerta di noleggio a lungo termine è disponibile su tutta la gamma Sportage. La definizione (“Renting Privati”) sta ad indicare un concetto preciso: una volta il noleggio a lungo termine era riservato dai Costruttori alle aziende, alle flotte; adesso invece si ha un’apertura frequente verso chi non ha una partita IVA. Serve l’approvazione da parte di Arval Service Lease Italia.


Vantaggi


La promozione della Kia Sportage a benzina 1.6 GDI Urban 2WD a noleggio a lungo termine vale 36 mesi: l’anticipo di 3.905 euro è ragionevole, visto il tipo di veicolo. Il canone è di 289 euro al mese per tre anni: non elevato. Include la tassa di proprietà regionale (il bollo auto), la Rca obbligatoria e la polizza Infortuni conducente: questa garanzia accessoria è molto importante, perché copre le lesioni del guidatore quando questi causa un incidente. Il canone comprende anche l’Assistenza e il soccorso stradale per 24 ore su 24, più la manutenzione ordinaria e straordinaria. Un’offerta ricca: la Casa lo definisce un noleggio “all inclusive”. Al termine del periodo di locazione, il cliente può continuare con la formula del noleggio a lungo termine bordo di una nuova Kia. Va ribadito che la formula è modulabile e tarata in base alle specifiche esigenze del cliente: volendo, anche senza anticipo. In questo caso, il canone è più pesante.


Svantaggi


Con la promozione della Kia Sportage a benzina 1.6 GDI Urban 2WD a noleggio a lungo termine, c’è un vincolo: 30.000 km di percorrenza durante i 36 mesi. È vero che qualsiasi noleggio ha un limite chilometrico, però i 30.000 complessivi non paiono eccezionali. Inoltre, il sito non indica subito quale sia la penalità a carico di chi sfora. Comunque, considerando che la formula può essere tarata in funzione delle esigenze
dell’automobilista, può darsi che quel “tetto” possa essere elevato (probabilmente in cambio, però, di un canone più pesante). A ogni buon conto, il sito dice che dettagli e limitazioni sono disponibili nelle concessionarie Kia e su kia.com.

Nuova Kia Sportage, stile di quarta generazione

Foto di: Fabio Gemelli