La concept svelata dai teaser è una berlina 3 volumi e 4 posti sviluppata con la cinese Envision Energy

Giorgetto e Fabrizio Giugiaro saranno presenti per la seconda volta al Salone di Ginevra con il loro nuovo marchio GFG Style, portando dopo la spettacolare Techrules REN dello scorso anno una nuova berlina elettrica ad alte prestazioni e guida autonoma. Ancora non è stato svelato il nome della GFG Style concept che sarà esposta in terra elvetica a partire dal prossimo 6 marzo e festeggerà gli 80 anni di Giorgetto Giugiaro, ma sono disponibili le prime immagini teaser che ci mostrano una filante tre volumi con i fari alti sotto al parabrezza e un montante posteriore di dimensioni importanti e forma insolita.


Reti intelligenti e internet delle cose


La GFG Style Concept al debutto a Ginevra è stata sviluppata in collaborazione con Envision Energy, azienda cinese specializzata nel settore energia che si occupa di pale eoliche, impianti fotovoltaici, software di gestione delle reti elettriche e "smart grid". In particolare si segnala la presenza brodo della vettura della tecnologia EnOS, prima piattaforma open source per la gestione dell’energia e della mobilità attraverso l’Iot (internet of things o "internet delle cose"). L’obiettivo dichiarato da Lei Zhang, ad di Envision Energy, è quello di ridefinire il futuro dell’automobile, più sostenibile in un mondo dove "tutti hanno accesso a un’energia pulita, sicura e conveniente".


Berlina sportiva per tornare al classico


Dal canto suo il maestro Giorgetto Giugiaro descrive la nuova concept come una berlina elettrica a quattro posti che "unisce lusso, sportività, spazio e dinamismo", una rivisitazione di alcuni suoi progetti passati che vuole anche essere una provocazione verso l’imperante mondo dei SUV e crossover. Insomma, un ritorno allo schema classico della berlina tre volumi con l’aggiunta di tante soluzioni innovative. Anche il volante, che poteva essere eliminato per lasciare tutto alla guida autonoma di bordo, è rimasto al suo posto. Una curiosità: la concept sarà esposta a Ginevra a fianco della Chevrolet Corvair Testudo, esemplare unico di Bertone del 1963 disegnato proprio da Giugiaro all’età di 24 anni.


Su strada già a giugno


L’integrazione a bordo della piattaforma Envision EnOS permetterà poi alla concept di GFG Style di connettersi ad un ampio ecosistema energetico in cui l’auto è un elemento utile a creare sinergie ed efficienza nella generazione e nel consumo della corrente elettrica. Case, comunità, automobili e intere "smart city" si collegano in rete per ottimizzare i flussi di energia. L’auto mostrata a ginevra non sarà solo un esemplare statico da esposizione, ma come da tradizione di "Casa Giugiaro" sarà pronta per essere guidata sulle strade di Torino a partire dal prossimo mese di giugno.

Giugiaro, un'elettrica a guida autonoma per Ginevra

Foto di: Fabio Gemelli