Dai rally alla 24h di Le Mans, Lego ripercorre le tappe motoristiche più importanti dell'anno attraverso sei nuovi modelli tutti da costruire

Quale appassionato di motori non ha mai giocato con le macchinine, a prescindere dal materiale, dalla grandezza o dalla cura dei dettagli. Lego ha voluto dedicare loro e, ovviamente, ai più piccoli petrolhead (così chiamati quelli che “vivono" di motori), sei nuovi modelli della collezione Speed Champions, che rende omaggio, con i famosi mattoncini, alle auto che per un motivo o per un altro hanno fatto la storia delle corse, su pista e non. L’azienda danese non si affaccia adesso per la prima volta nel settore automotive; si è distinta per veri e propri pezzi da collezione, giochi per bambini “non tanto bambini”, come la Porsche 911 GT3 RS da 2.700 pezzi e 300 euro di prezzo o la McLaren 720S esposta al Goodwood Festival of Speed 2017. Queste le ultime arrivate.


Ford Mustang Fastback del 1968


Solo la parola Mustang porta con sé immagini di potenti V8 e burnout, Per molti la Mustang è quella di Bullitt, la Fastback verde del 1968 che, con Steve McQueen alla guida, correva lungo le strade di San Francisco. Lego non omaggia quel modello in particolare, ma porta il tutto sulle americane piste di drag race, completando il kit con cronometro e meccanico.


Ford Fiesta M-Sport WRC


E’ la piccola belva dell’Ovale Blu che negli ultimi anni ci siamo abituati a vedere sugli sterrati di tutto il mondo durante il campionato mondiale WRC. Nella confezione, oltre a macchina e meccanico, anche un set di cerchi e un cofano in più. Nel 2017 Ogier ha portato la Fiesta alla vittoria; che la riproduzione Lego sia di buon auspicio anche per il 2018?


Ferrari 488 GT3


Il fatto che nella scatola sia compreso un trofeo la dice tutta. Questa è la Ferrari 488 GT3 che ha vinto, in classe GT, il campionato IMSA statunitense, di proprietà di Scuderia Corse e portata in pista da Christina Nielsen e Alessandro Balzan. In caso di rottura, nella confezione è compresa una chiave inglese per qualsiasi riparazione.


Porsche 919 Hybrid


Qui si fa sul serio. La Porsche 919 Hybrid numero 2 ha vinto l’ultima edizione della 24h di Le Mans nella categoria LM-P1, pronta adesso a bissare il successo sui circuiti casalinghi delle camerette dei più piccoli.


Porsche 911 RSR e 911 Turbo 3.0


Una, la RSR, l’abbiamo ammirata anche nei campionati GT europei, l’altra, la Turbo 3.0 degli anni settanta, è una delle più iconiche vetture del Marchio, caratterizzata da un enorme alettone posteriore che, ancora adesso, non ha niente da invidiare, in termini di grandezza, alle moderne GT. Chi vince tra RSR e Turbo 3.0? Solo in pista, forse, l’esito è scontato.


Ferrari Ultimate Garage


Il mondo Ferrari a portata di mano; si va dalla Formula 1 al campionato Gran Turismo, passando per modelli che hanno fatto la storia delle auto come la Ferrari 250 GTO. Compresi nella confezione anche una pompa per rifornire di benzina i piccoli bolidi, meccanici, piloti, cordoli e, per chiudere in bellezza, bandiera a scacchi e trofei

Lego Speed Champions, sei nuovi modelli