E’ la previsione dell’ACEA, l’associazione europea delle Case automobilistiche

Dopo anni di crescita costante, il mercato europeo dell’auto (qui la classifica dei modelli più venduti) dovrebbe rallentare, nel 2018, dell’1%. La previsione l’ha fatta Carlos Tavares, presidente dell’associazione europea delle Case automobilistiche (oltre che CEO del Gruppo PSA), che individua nella Brexit e nell’inasprimento delle norme anti-inquinamento a livello comunitario le cause del calo.


Più 3,4% nel 2017


Nel dettaglio, il 2017 è stato il quarto anno consecutivo con il segno positivo: +3,4% rispetto al 2016, per un totale di più di 15 milioni di veicoli; si tratta di una soglia che non veniva superata dal 2007, prima dello scoppio della crisi economica globale.


Il punto di vista dell’ACEA


Nella sua esposizione, Tavares non ha mancato di fare qualche richiamo alle istituzioni europee. Da un lato, ha sottolineato il fatto che le regole sempre più stringenti per i motori a combustione interna siano fatte apposta per portare verso l’auto elettrica: dal suo punto di vista, le aziende dovrebbero essere lasciate libere di decidere come raggiungere gli obiettivi, senza dunque imposizioni di alcun tipo. Dall’altro, ha ricordato come l’indecisione sulla Brexit potrebbe tradursi, nel breve periodo, in veri e propri blocchi di merci nei porti (con tutti i danni facilmente prevedibili a tutti i livelli, non solo per l’automotive) e, nel lungo periodo, nella difficoltà, per le aziende, di pianificare gli investimenti.

Le auto più vendute d’Europa nel 2017

Foto di: Fabio Gemelli