L’atelier modenese fondato da Dany Bahar realizza una one off ispirata alla mitica coupé di De Tomaso

Ci sono Case auto famose sia per i propri modelli, sia per la loro storia particolarmente travagliata. La De Tomaso, fondata dall’ex pilota argentino e famosa soprattutto per aver dato alla luce la Pantera, coupé sportiva mossa da un V8 di origine Ford da più di 300 CV. Un modello pronto a tornare in vita grazie ad Ares Design, atelier fondato in quel di Modena da Dany Bahar, al quale un anonimo appassionato ha chiesto di reinterpretare in chiave moderna proprio la mitica De Tomaso Pantera. Nasce così la Ares Design Project Panther, affascinante coupé sportiva che fonde tradizione e innovazione.


Il toro e la pantera


Se la Pantera originale si affidava a un classico V8 made in USA, la sua erede è sviluppata sulla base della Lamborghini Huracan e del suo V10 aspirato di 5,2 litri. Una base tecnica di tutto rispetto con un abito su misura che reinterpreta le forme coupé anni ’70, a partire dal muso schiacciato e le luci a scomparsa. Una carrozzeria in fibra di carbonio che attualmente rappresenta ancora un prototipo: la Ares Design Project Panther infatti deve ancora ricevere aggiustamenti di stile sia all’esterno sia all’interno, con buona pace del suo impaziente (futuro) proprietario, che dovrebbe poterla guidare a partire dalla prossima estate.


In tempo per l’estate


Chissà se l’attesa del piacere è davvero essa stessa piacere. Quello che sappiamo è che questo piacere ha avuto un costo superiore ai 700.000 euro e potrebbe arricchire anche altri garage di facoltosi appassionati. Pare infatti che la Ares Design abbia avuto richieste da altri 10 clienti, interessati a portarsi a casa la propria Project Panther. La palla passa ora al suo primo cliente, che dovrà acconsentire o meno ad allargare la produzione della sua.

Ares Design Project Panther, la Pantera torna a graffiare