La più potente e cattiva delle 911 dovrebbe debuttare il prossimo marzo al Salone di Ginevra

Il canto del cigno della Porsche 911 versione 991 è ormai vicino e per salutare nel migliore dei modi il pubblico la sportiva della Cavallina sta per tirare fuori dal cilindro l’ultima “magia”. Si tratta della Porsche 911 GT3 RS, la più cattiva di tutte, pronta a debuttare al prossimo Salone di Ginevra e comparsa a sorpresa sul web tramite le prime foto ufficiali “rubate”. Una carrozzeria verde Hulk con tutto quello che non può mancare su una GT3 RS: generose prese d’aria, alettone posteriore taglia extralarge e cerchi in lega da quali fanno capolino grosse pinze freno. Le differenze rispetto alla generazione precedente sono da ricercarsi nel disegno dei paraurti e altri affinamenti aerodinamici.


Potenza aspirata


Assieme ai primi scatti sono arrivati anche i primi dati tecnici che confermano la presenza del 6 cilindri, naturalmente boxer, naturalmente aspirato, di 4 litri e capace di buttare a terra 520 CV a circa 8.000 giri. Altezza vertiginosa, specialmente in un mondo sempre più abituato a “girare basso” per merito (o colpa) dei turbo. Non si fa accenno alla coppia ma, considerando che la GT3 “normale” può contare su 460 Nm, ce ne si aspettano circa 500, scaricati a terra dalle sole ruote posteriori. I numeri dicono che lo 0-100 km/h è una questione risolta in 3,2” mentre la velocità massima dovrebbe toccare i 330 km/h.


Per chi vuole correre


Di prezzo non si parla ancora ma si sa che ci sarà la possibilità di optare per il pacchetto Clubsport, quello dedicato agli amanti della pista, con cinture a 6 punti, gabbia in alluminio e mini estintore. A prescindere dalle versioni invece ci saranno interventi anche in abitacolo dove troveranno posto sedili sportivi con guscio in carbonio, fettucce di nailon al posto delle maniglie e pannelli fonoassorbenti ridotti al minimo, così da contenere il più possibile il peso.

Porsche 911 GT3 RS, le prime foto

Foto di: Massimo Grassi