I 25 esemplari di oggi completano la serie originale che ha vinto per tre volte la 24 Ore di Le Mans

Anche nel mondo delle auto d’epoca capita che l’offerta sia inferiore alla domanda e che prezzi e reperibilità di alcuni modelli più ambiti portino a far lievitare i prezzi e scontentare anche i collezionisti più facoltosi. E’ il caso ad esempio della Jaguar D-Type, gloriosa vettura da corsa vincitrice di tre 24 Ore di Le Mans consecutive dal 1955 al 1957 che, prodotta all’epoca in 75 esemplari e arrivata a valere decine di milioni di euro, rinasce oggi nelle officine Jaguar Land Rover Classic Works del Warwickshire, Regno Unito. I 25 esemplari previsti della nuova Jagaur D-Type saranno realizzati a mano secondo i gusti del cliente e con le esatte specifiche, materiali e lavorazioni del modello originale.


Materiali, specifiche e costruzione d'epoca


L’idea della Casa inglese è quello di completare il progetto nato nel 1955 che prevedeva la realizzazione di 100 Jaguar D-Type e di far rinascere un mito delle corse, dimostrando anche di aver mantenuto nel tempo le stesse capacità tecniche e costruttive. Le 25 nuove D-Type si vanno così ad aggiungere alle precedenti sei Jaguar E-Type Lightweight del 2014 e alle nove XKSS del 2017, seguito produttivo di altre due famose sportive del Giaguaro. A fare da base alla creazione delle D-Type ci saranno sempre le specifiche richieste all’epoca dagli ingegneri e dal responsabile della squadra corse Lofty England, sia con carrozzeria Shortnose del 1955 che Longnose del 1956, a seconda delle richieste del cliente.


Debutto a Retromobile, Parigi


Il primo esemplare costruito è il prototipo che vedete nelle foto qui sopra ed è del tipo Longnose 1956, facilmente riconoscibile per il lungo cofano motore, la caratteristica pinna aerodinamica dietro il posto guida, la testata motore con ampio angolo fra gli alberi a camme del sei cilindri in linea e le pinze dei freni a disco a sostituzione rapida. Il debutto della nuova Jaguar D-Type davanti al grande pubblico è fissato per oggi, 7 febbraio, giorno di apertura del salone Retromobile di Parigi e sarà l’occasione per pubblicizzare i restauri, i pezzi originali e le competenze del reparto Jaguar Land Rover Classic.





Jaguar D-Type, torna un mito ed è nuovo di fabbrica

Foto di: Fabio Gemelli