E’ il primo SUV ibrido plug-in a scalare i 999 gradini che portano alla Heaven’s Gate in Cina

Se ne possono inventare tante per far parlare di sé, ma bisogna dare atto a Land Rover di averci messo un po’ di fantasia in più rispetto al solito: la Range Rover Sport PHEV, ovvero ibrida plug-in, non ha stabilito il classico record al Nurburgring (magari inventandosi l’ennesima sotto-categoria), ma ha scalato i 999 gradini della mitica ascesa verso le porte del paradiso, nella cina sud-orientale.


Prima dei gradini, un’altra arrampicata


Per poter mettere le ruote sui gradini, il grosso Sport Utility inglese se l’è dovuta vedere con gli 11,3 km di salita della Tianmen Mountain Road, conosciuta come Dragon Road. Al volante, il pilota cinese del team Panasonic Jaguar Racing in Formula E: Ho-Pin Tung, che ha sempre guidato con il Terrain Response in modalità Dynamic.


Potenza sì, ma soprattutto coppia


In salita, specie a basse velocità e con tanto peso da portare su, la coppia conta più della potenza: l’apporto del motore elettrico si è dunque rivelato fondamentale, per la riuscita dell’impresa della Range Rover Sport PHEV. Volete qualche numero? 404 CV e 640 Nm di coppia, che le consentono di scattare da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi e di toccare i 220 km/h di velocità massima; non su gradini, ovviamente. Secondo i dati dichiarati dalla Casa, l’autonomia delle batterie da 13,1 kWh - se cariche al 100% prima della partenza - è di 51 km e, per ricaricarle, servono 2 ore e 45 minuti utilizzando il wall box da 32A e 7 ore e mezza dalla rete domestica tradizionale.



Range Rover Sport - Dragon Challenge




Il team di Dragon Challenge spiega come Range Rover Sport Plug-In Hybrid sia riuscita a conquistare i 99 tornanti e la scalata dei 999 gradini a 45° di pendenza fino all'Heaven's Gate.

Range Rover Sport PHEV, verso le porte del paradiso

Foto di: Adriano Tosi