Non è un'Art Car per il museo di Monaco, ma un'opera di Maurizio Cattelan per il festival "Rencontres d’Arles"

BMW è famosa da decenni per le sue Art Car, vetture con carrozzeria elaborata da famosi artisti ed esposte in tutto il mondo. La BMW i3 Spaghetti car non è invece una Art Car; anzi, a detta del suo autore, non è "arte", e la sua elaborazione di design sarà eliminata pochi giorni dopo l'occasione del suo allestimento, il festival fotografico "Rencontres d’Arles" (4 luglio, 25 settembre). BMW France è partner del festival da sei anni, mentre Maurizio Cattelan ha smesso di dedicarsi attivamente all'arte ormai dal 2011, fatte salve occasioni come questa; nonostante ciò, le sue opere precedenti sono state battute all'asta per oltre 15 milioni di dollari, considerando solo l'inizio di quest'anno.


Il marchio Toilet Paper, invece, è il provocatorio titolo di una rivista biennale di avanguadria artistica, creata dallo stesso Cattelan e dal fotografo Pierpaolo Ferrari: questa i3 fa infatti parte di un'installazione specifica della rivista all'interno del festival francese. Se da una parte Cattelan dichiara ironicamente che questa i3 è la "migliore Spaghetti car" da lui mai assaggiata, facendo riferimento alle sue ricerche nel cucinare un buon condimento per gli spaghetti ormai da 37 anni, BMW ha affidato agli artisti Cao Fei e John Baldessari il compito di elaborare una BMW M6 GT3 in forma di "scultura rotolante", che diventerà la prossima art car ufficiale tra la fine del 2016 e l'inizio del prossimo anno.

BMW i3, come trasformarla in "Spaghetti car"

Foto di: Sergio Chierici