Abbiamo provato in anteprima i primi prototipi che riconoscono il terreno e connettono i veicoli fra di loro

Unite l'esigenza di affrontare ogni percorso, anche il più difficile, e quella di affidarsi ai sistemi di guida autonoma e otterrete l'esperienza che ci ha fatto vivere Land Rover con la prima dimostrazione di autonomous driving in fuoristrada e che vi raccontiamo in questo nostro video. Come potete vedere dalle immagini siamo saliti sui veicoli sperimentali marchiati Range Rover e carichi di sensori e telecamere che sono già in grado di riconoscere la tipologia di terreno su cui si viaggia, adattare la velocità, la motricità e frenare in caso di passaggio troppo basso, ma anche di disporsi in convoglio con altre "Range".


Il fuoristrada di domani riconosce il terreno e si adatta


Il primo di questi sistemi che abbiamo provato sul campo è il Terrain-Based Speed Adaption (TBSA) che si regola come un cruise control per impostare la velocità che poi viene adattata automaticamente dal dispositivo sulla base degli ostacoli e delle superficie stradale visualizzate da una stereocamera; noi dobbiamo solo sterzare e affidarci all'intelligenza del dispositivo che sceglie il giusto passo. Ancora più evoluto e sempre destinato alle Land Rover di domani è il Surface Identification and 3D Path Sensing composto da videocamere, sensori a ultrasuoni, radar e LIDAR che sono gli occhi a 360° dell'auto.


Un convoglio per godersi solo il bello dell'off-road


In questo caso l'auto conosce in ogni momento la morfologia del terreno, la tipologia del percorso offroad prendendo il posto del guidatore nella scelta della modalità del "Terrain Response". Potenza, velocità, altezza e trazione si adattano in automatico, lasciando al guidatore il piacere di godersi il viaggio. Il problema degli ostacoli bassi sarà invece superato con l'Overhead Clearance Assist sviluppato con Bosch che avverte se l'alettezza del passaggio non è sufficiente e nel caso frena. La chicca finale, tutta da vedere, è quella dell'Off-Road Connected Convoy, una fila di veicoli connessi che dialogano fra loro per conoscere in anticipo il terreno affrontato e regolare in tempo reale la vettura.

Land Rover, autonomous driving in fuoristrada

Foto di: Adriano Tosi