Insieme contano 70 milioni di passeggeri e 100.000 tassisti registrati in oltre 50 città di 9 paesi

Hailo diventa mytaxi. Da noi il nome "Hailo" non è conosciuto, ma stiamo parlando di un’app gratuita che nel Regno Unito, in Irlanda e in Spagna mette in contatto più di un milione di persone con circa 60mila tassisti. In pratica, unendosi a mytaxi, la app di Daimler che svolge lo stesso servizio ma in mercati complementari (Austria, Germania, Italia, Polonia, Portogallo, Spagna e Svezia), dà vita alla più grande realtà di questo tipo in Europa, una società che conta 70 milioni di passeggeri e 100.000 tassisti registrati in oltre 50 città di 9 paesi. La neo-costituita società opererà con il marchio mytaxi e procederà alla ridenominazione del marchio di tutte le operazioni Hailo entro la metà del 2017.


Il CEO della nuova società - che avrà sede ad Amburgo, in Germania - sarà Andrew Pinnington, già CEO designato di mytaxi, mentre Niclaus Mewes, il fondatore di mytaxi, avrà un posto nel consiglio di amministrazione e svolgerà un ruolo centrale nell'integrazione e nello sviluppo strategico della nuova società. “Insieme siamo ancora più forti e intendiamo realizzare ulteriori soluzioni innovative per i trasporti e la mobilità, oltre a proporre a tassisti e passeggeri offerte convincenti”, ha detto Mewes. L'annunciata proposta di fusione delle attività è comunque subordinata all'approvazione delle Autorità di Regolamentazione Europee, la cui decisione è attesa nelle prossime settimane. Per sapere invece che cosa pensano di mytaxi i tassisti italiani vi invitiamo a leggere la nostra intervista: “mytaxi? Meglio di Uber”.

MyTaxi, così Mercedes sfida Uber