Novitec Torado l'ha modificata in quasi tutti i componenti, ottienendo anche un look più racing

Non è mai semplice mettere mano ad una supercar esclusiva come la Lamborghini Aventador LP 750-4 Superveloce: si è posta questo obiettivo Novitec Torado, che propone tante modifiche acquistabili anche separatamente, e non solo per la Superveloce, ovviamente possedendo già una Aventador coupé o spider. L'aspetto ancora più incattivito è dato dalle numerose parti della carrozzeria in fibra di carbonio, anche in versione naked. Il frontale sfoggia spoiler, prese d'aria e "lama" centrale di nuovo design, e il cofano è nuovo, con aperture superiori più lunghe. Lateralmente, oltre agli specchietti in carbonio, si notano i pannelli con le nuove prese d'aria, mentre il posteriore si distingue dall'originale per il grande alettone e il vistoso elemento trasversale.


Il motore posteriore ottiene più aria dai due air scoop sul tetto e dalle nuove aperture, mentre il sistema di scarico dal particolare design a "tre tubi e mezzo" può essere in acciaio inossidabile o in Inconel, un materiale leggero usato in Formula 1: il risparmio di peso può arrivare fino a 21 kg. Lo scarico, anche con farfalle comandate a distanza, si abbina al remapping che porta il 12 cilindri 6,5 litri da 750 a 786 CV a 8.400 giri, con coppia massima fino a 738 Nm a 5.900 Nm. Altre novità nei cerchi NL3, a dado centrale come le originali ma sviluppate con Vossen e dai raggi a Y, che montano Pirelli P-Zero di misura 255/30 ZR 20 davanti e 355/25 ZR 21 dietro. Le molle sono specifiche per i nuovi cerchi, abbassando la Aventador di 35 mm, mentre l'abitacolo può essere ridefinito in ogni dettaglio, con l'uso di pelle, Alcantara e carbonio, e praticamente qualsiasi colore a scelta.

Fotogallery: Lamborghini Aventador Superveloce, quella da 786 CV