Due società del gruppo Prevent - una produce rivestimenti per i sedili, l’altra parti della trasmissione - stanno bloccando la produzione in ben sei stabilimenti Volkswagen. Si tratta degli impianti di Emden (in cui si produce la Passat), Wolfsburg (Golf), Zwickau (Golf e Passat), Kassel (trasmissioni e scarichi), Salzgitter e Braunschweig. In totale, i dipendenti coinvolti sono quasi 30.000. Il tutto, accade nonostante - secondo quanto riportato dal comunicato ufficiale della Volkswagen - la Corte Distrettuale di Braunschweig abbia emesso ingiunzione nei confronti delle due aziende della Prevent, obbligandole a riprendere immediatamente la fornitura di materiale. Sempre VW ha comunicato che sono stati ridotti i turni per la produzione di Golf e Passat, mentre non ci sono complicazioni per quello che riguarda Tiguan e Touran.


Il motivo della disputa, stando a quanto riporta il quotidiano tedesco Suddeutsche Zeitung, è nel rifiuto da parte di Volkswagen di risarcire Prevent (Car Trim ed ES Automobilguss le due società coinvolte) in seguito alla rescissione del contratto con Car Trim. Un contratto, si dice, che prevedeva un fornitura del valore di 500 milioni di euro all’anno a partire dal 2017. Gli analisti della Commerzbank si sono invece preoccupati di fare il conto delle perdite subite da Volkswagen in seguito a questa disputa: la cifra si aggira attorno ai 70 milioni di euro alla settimana.


 

In arrivo la nuova Volkswagen Golf 4Motion

Foto di: Fabio Gemelli