Il Direttore di Audi Italia Fabrizio Longo ci spiega cos’è il "premium" (e come lo si diventa)

Facile dire premium, ma qual è il significato di questa parola? Non solo tecnologia e qualità percepita del prodotto, ma anche qualcosa di più. Già, ma cosa? Abbiamo rivolto questa domanda a Fabrizio Longo, Responsabile di Audi Italia, marchio che proprio sul premium ha basato la propria fortuna, nel nostro Paese e in tutto il mondo. La sua prima risposta a caldo è stata: "atmosfera". Sì, avete letto bene, perché atmosfera è tutto ciò che va oltre il prodotto, generando immagine e desiderio, da parte di un cliente, di appartenere a un determinato marchio piuttosto che a un altro. Questo accade nel mondo dell'auto, ma anche nell'orologeria e in altri ambiti.


Per creare un"atmosfera premium", dunque, bisogna lavorare tantissimo anche sull"aspetto della comunicazione: la scelta dei "territori" e dei canali è determinante e il concetto di sponsorizzazione è superato. Oggi si parla di attivazione, di esperienze e aspetti immediatamente riconducibili al brand. Ammiccare dunque ai propri clienti, ma anche e soprattutto ai potenziali nuovi. Come? Portando per esempio le persone in pista non solo come spettatori, bensì come protagonisti insieme ai piloti professionisti. Oppure avvicinare gli sportivi, come Audi fa ormai da qualche anno in qualità di partner della FISI (Federazione Italiana Sport Invernali). Facile? No, ci vuole molta pianificazione, coerenza e progettualità. Veloce? Nemmeno: ci vogliono diversi anni, per creare un'atmosfera identificabile.

Audi Q2, il SUV di lusso in formato ridotto [VIDEO]