Dal 2013 al 2015 gli automobilisti statunitensi hanno smarrito gran parte della fiducia che nutrivano nei confronti delle case automobilistiche, per colpa dei numerosi problemi legati all'affidabilità o al funzionamento delle vetture: l'anno scorso, non a caso, si è registrato negli Stati Uniti il maggior numero di richiami nella storia del paese. Quest'anno però il gradimento è tornato ad aumentare, come testimoniano i risultati dell'indice American Customer Satisfaction, stilato dall'associazione omonima per valutare la soddisfazione degli automobilisti nei confronti di vetture nuove: l'indagine è stata condotta fra il 17 e il 30 giugno 2016 ed ha coinvolto 3.776 clienti, scelti in maniera casuale fra quelli al volante delle automobili più popolari sul mercato. A loro è stato richiesto un giudizio sulle aspettative verso la rispettiva automobile, sulla percezione della qualità e sulla percezione del valore.


Lincoln (del Gruppo Ford) davanti a tutti


Gli autori della ricerca hanno stabilito che il valore medio di soddisfazione ammonta a 82/100, in crescita rispetto ai 79 punti al 2015, e che la grande maggioranza delle case automobilistiche valutate ha visto migliorare la propria quotazione: 16 delle 24 aziende hanno ottenuto giudizi in crescita, mentre solo 5 hanno visto decrescere il punteggio rispetto all'anno scorso. Il giudizio medio delle case europee, orientali e statunitensi risulta pressoché identico. Il primo posto della graduatoria è occupato da Lincoln, marchio di lusso del gruppo Ford, in crescita di 4 punti rispetto al 2015 e valutato con 87 punti. Il podio è completato da Honda (86 punti, + 6 rispetto al 2015) e da BMW (85,+3), davanti a Toyota (85 punti, +3), GMC (84, + 6) e Infiniti, che guadagna 7 punti e passa da 77 a 84. Audi è nona (83, +4), Hyundai dodicesima (81, invariata) e Mercedes tredicesima, ma gli 81 punti sono inferiori di due unità rispetto al 2015.


Due marchi del gruppo FCA fra gli ultimi quattro


La prestazione più negativa è di Acura, marchio premium di Honda, che passa da 83 punti a 76: il risultato le vale l'ultimo posto in classifica. Davanti a lei si trovano Volkswagen (78, -2) e Jeep (78, -3), davanti ad un altro marchio del gruppo FCA: è Dodge, che guadagna due punti rispetto al 2015 e chiude a 78. Chrysler guadagna 5 punti e passa da 74 a 79. La media del gruppo FCA (78 punti) è inferiore rispetto a quella dei gruppi Ford (84) e General Motors (81). Chi guida automobili di prestigio ha assegnato voti più alti in termini di comfort, interni, tecnologia e garanzia, mentre le automobili più economiche vincono solo per i minori consumi. Le prestazioni di guida, l'affidabilità, l'esterno e la sicurezza ottengono giudizi pari. La classifica del 2016 riporta le case automobilistiche al vertice della graduatoria nazionale sulla soddisfazione dei clienti per settore: la prima posizione è condivisa con le aziende che forniscono servizi video o tv (82 punti), davanti ai settore della ristorazione, del credito ed a quello degli elettrodomestici (81).


Le prime 5


Lincoln 87 punti nel 2016 – 83 nel 2015
Honda 86 – 80
BMW 85 – 82
Toyota 85 – 82
GMC 84 – 78


5 sotto la media


Ford 81 – 79
Hyundai 81 – 81
Mercedes 81 – 83
Tutte le altre non citate 80 – 75
Mazda 80 – 80


Le peggiori cinque


Acura 76 – 83
Volkswagen 80 – 78
Jeep 78 – 75
Dodge 78 – 78
Mitsubishi 79 - 77

Fotogallery: Honda batte BMW per qualità percepita negli USA