Il sistema monitora quello che accade intorno all’auto e si può gestire via app

La nuova BMW Serie 5 promette di essere un’automobile fra le più tecnologiche e raffinate nella sua fascia di mercato, grazie all’utilizzo di materiali compositi a livello strutturale e alla presenza di numerose tecnologie di assistenza alla guida, molte riprese dalla più costosa Serie 7. Un dispositivo che la Serie 5 porterà all’esordio è il Remote View 3D, anticipato quest’oggi da un breve filmato ufficiale, che dovrebbe fornire una visuale a 360° su quello che circonda l’auto. Il condizionale al momento è d’obbligo, perché BMW non ha ancora rivelato il funzionamento preciso del sistema, ma l’impianto lavora con l’ausilio di un’applicazione per smartphone e rappresenta un ulteriore strumento a vantaggio della sicurezza.


Sicurezza a portata di touch


Il Remote View 3D, a giudicare dal breve filmato, mostra quello che accade nelle immediate vicinanze della Serie 5 e consente di lanciare un allarme se qualcuno prova ad esempio a forzare le serrature: al proprietario basterà entrare nell’applicazione e osservare se qualcuno si aggira furtivo nei pressi dell’automobile. L’impianto sembra avvalersi delle tecnologie introdotte per il sistema Surround View, disponibile anche sulla Serie 3, che impiega quattro telecamere e semplifica le operazioni di parcheggio: il conducente riuscirà pertanto a disimpegnarsi in manovre complesse senza il rischio di danneggiare l’auto. Le quattro telecamere si trovano negli specchietti laterali, sull’anteriore e sul posteriore dell’auto.


Sempre lei, ma è tutta nuova


La BMW Serie 5 potrebbe esordire a inizio 2017, adotterà il nome in codice G30 e riprenderà la base meccanica della Serie 7, che si avvale di una costruzione multi materiale: la fibra di carbonio sarà abbinata ad alluminio, acciai ad alta resistenza e materiali plastici. Questa soluzione fornisce evidenti vantaggi in termini di rigidità strutturale e piacere di guida, dal momento che la G30 sarà più leggera di quella odierna: indiscrezioni parlano di circa un quintale risparmiato a parità di motorizzazione. La Serie 5 conserverà una lunghezza di circa 4,9 m e adotterà i più recenti motori a 4 e 6 cilindri, ma in futuro arrivano il V8 della M5 e il gruppo ibrido della variante con batterie ricaricabili (plug-in).

BMW, le foto della Serie 5 in fase di collaudo