Il mese si chiude con +20,1%, nuovamente grazie alla spinta delle società. Bene FCA, male Nissan

Agosto sorride al mercato italiano dell’auto e fa registrare un incremento del 20,1%, che ridà fiducia al settore dopo la prestazione in chiaroscuro di luglio: il numero di automobili nuove immatricolate è aumentato di circa 12.000 unità rispetto ad agosto 2015, raggiungendo quota 71.576. Il consuntivo gennaio-agosto sale pertanto a 1.251.806 vetture e risulta in crescita del 17,4% rispetto allo stesso periodo del 2015, quando invece le immatricolazioni furono 1.066.454. I numeri di crescita sono trasversali fra tutti i canali di vendita: i privati hanno comperato ad agosto il 18,5% di automobili in più rispetto a dodici mesi fa, il settore del noleggio è cresciuto del 24% e le società hanno immatricolato il 23,5% di automobili nuove in più. Da segnalare l’ottimo risultato del noleggio a breve termine (+58,7%), che compensa in parte quello del noleggio a lungo termine (+18%).


Meglio le berline delle utilitarie


Del periodo di crescita non beneficiano però le automobili a gpl (-4,8%) e metano (-43,4%), che continuano a perdere quote di mercato nei confronti dei carburanti tradizionali e soprattutto dell’ibrido: il benzina guadagna 22,6 punti percentuali, il diesel 25,8 e l’ibrido addirittura l’80,2. Fra le tipologie di carrozzeria più gettonate spiccano le berline di rappresentanza (+66,7%), come per esempio le BMW Serie 7 e Mercedes Classe S, che rimangono però su numeri molto contenuti (220 unità). La tendenza di crescita è comune però fra tutte le automobili di taglia maggiore: le berline come ad esempio le Audi A6 e Volvo S90 crescono del 38,8%, quelle come le Alfa Romeo Giulia e Jaguar XE guadagnano il 52,7% e quelle come le Fiat Tipo e Renault Megane crescono del 32,7%. Le Fiat Panda e similari guadagnano invece il 14,4%, mentre le Lancia Ypsilon e affini crescono del 6%.


Balzo del gruppo Renault, male i giapponesi


Il gruppo FCA fa meglio del mercato e cresce del 24,64% (20.825 auto), grazie alle buone prestazioni di tutti i suoi marchi: Fiat guadagna il 26,09%, Alfa Romeo il 26.07% e Jeep il 56,69%, mentre l’unico segno negativo è di Lancia (-1,9%). Ferrari cresce addirittura del 416,67% e chiude il mese con 31 vetture consegnate. Il gruppo Volkswagen migliora dell’8,28% e non risponde all’impressionante balzo del gruppo Renault, in aumento del 41,25%: ad agosto le vetture immatricolate sono cresciute da 4.504 a 6.362. Ottimi sono anche i risultati dei gruppi Hyundai (+29.02%), BMW (+25,10%) e Jaguar-Land Rover, in crescita del 166,94% a 961 unità. PSA Peugeot-Citroen rimane in linea di galleggiamento (+20,48%), mentre i gruppi Toyota (+18,32%) e soprattutto Nissan (-4,48%) fanno peggio del mercato.

Nuova Fiat Tipo 5 porte, bentornata hatchback [VIDEO]