E' il tempo della versione con cambio automatico a 8 marce. Ecco il video del giro completo

L’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio torna a girare al Nurburgring, ma questo volta lo fa con il cambio automatico, che consente alla superberlina italiana di segnare un nuovo gran bel tempo: 7 minuti e 32 secondi (la Quadrifoglio manuale aveva registrato 7:39). Si parla già di “nuovo record di categoria” anche se, è bene ricordarlo, non esiste un ente indipendente che certifichi i risultati di queste prove su Nordschleife che sono organizzate direttamente dalla Case automobilistiche in condizioni climatiche e modalità sempre diverse e difficilmente riproducibili.

Che guida!

Ciò non toglie che la Giulia Quadrifoglio guidata da uno straordinario Fabio Francia si confermi velocissima non soltanto sulla carta e questo risultato riaccenderà senz'ombra di dubbio il dibattitto fra gli appassionati dei tempi sul Ring. Già lo scorso lo scorso giugno la notizia che la nuova Porsche Panamera Turbo avesse "battuto" di 1 secondo l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio con cambio manuale (7:38 contro 7:39) aveva sollevato un gran polverone e per i fanatici del genere il nuovo tempo rappresenta una rivincita. A proposito della classifica, per vedere tutti i “laps time” sul Ring e interpretare il posizionamento della Giulia, cliccate su questo link. Tenete però presente che il tempo della Giulia Quadrifoglio automatica (7:32) non è stato ancora pubblicato.

Gli altri numeri

Ricordiamo che la Giulia Quadrifoglio automatica equipaggiata con il 6 cilindri a "V" turbo benzina 2.9 litri da 510 CV una trasmissione ZF a 8 rapporti con una calibrazione tale da permettere di effettuare le cambiate in soli 150 millisecondi, in modalità Race. Una performance non riproducibile, per evidenti ragioni fisiche, con una trasmissione manuale. Le prestazioni: 307 km/h di velocità massima per un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h idi 3,9 secondi.

La settimana della nuova Alfa Romeo

Foto di: Alessandro Lago