La compatta e la wagon rumene si rifanno il trucco con qualche novità anche sotto pelle

Un tempo erano considerate le "cenerentole" del mercato, vetture low cost dalle dotazioni limitate e dal design poco ricercato. Oggi l’intera gamma Dacia si è nobilitata grazie soprattutto al traino della SUV Duster e delle versioni Stepway, apprezzate per la linea grintosa dalla vocazione all terrain. Ora la Casa rumena, nell’orbita Renault, si appresta a un ulteriore salto di qualità. In occasione del Salone di Parigi, in programma dall’1 al 16 ottobre, Dacia darà una "rinfrescata" a Sandero, Sandero Stepway e Logan MCV.


L’aggiornamento stilistico è concentrato principalmente al frontale, dove debuttano nuovi paraurti, una nuova calandra che evoca le linee della SUV Duster e fari corredati di luci diurne a LED, così da conferire un’inedita firma luminosa a gran parte della gamma. Rivisti anche i cerchi in lega e i gruppi ottici posteriori, mentre le finiture interne beneficiano di materiali più ricercati rispetto al passato e i comandi vantano una superiore ergonomia. Una "cura" che richiama alla mente il salto di qualità compiuto dalla più recente generazione di Duster, profondamente rinnovata nel 2014. La gamma motori e ulteriori upgrade, specie a livello di equipaggiamento, verranno svelati in apertura dell’auto show francese, dove Dacia festeggerà un anno record in termini di vendite.

Dacia Sandero e Logan, restyling a Parigi