Ospita un drone e batterie con funzione di generatori per alimentare anche una sega elettrica

I professionisti che lavorano nei boschi hanno bisogno di veicoli molto flessibili e polivalenti, ben equipaggiati, capaci di rispondere a esigenze non per forza legate alla mobilità su terreni accidentati: un esempio è l'osservazione di terreni spesso raggiungibili soltanto a piedi. Nissan prova a soddisfare questa e altre esigenze realizzando un prototipo sulla base del Navara, denominato Navara EnGuard e presente in questi giorni durante l'IAA di Hannover, la principale fiera dedicata ai veicoli da lavoro. Il pick up ha una dotazione molto ricca e soddisfa anche le necessità meno usuali, perché ospita anche un drone e una batteria per ricaricare qualsiasi tipo di oggetto elettrico.


Sul tetto le luci di segnalazione


Il Nissan Navara EnGuard è basato sulla versione a doppia cabina e impiega il motore a gasolio 2.3 da 190 CV, che svolge anche il ruolo di generatore per le batterie montate nel cassone. Gli uomini della casa giapponese hanno poi rialzato l'assetto di 50 mm, modificato gli archi passaruota e allargato le carreggiate, di 80 mm all'anteriore e 94 mm al posteriore, in maniera da aumentare la stabilità sui terreni impervi. Le ruote sono da 16 pollici, adatte quindi ai terreni meno compatti: non a caso la Navara utilizzata come base di partenza usava ruote da 18 pollici. Un'altra novità consiste nei 136 mm guadagnati in altezza, grazie alla presenza di luci a led per la segnalazione delle emergenze. La scelta della colorazione verde fluorescente non è casuale, ma soddisfa requisiti di natura scientifica: è dimostrato che questo colore risulta facilmente visibile di giorno e da persone daltoniche.


Nel cassone è montato uno schermo scorrevole


Nell'abitacolo si trovano il sistema multimediale NissanConnect e l'assistente al parcheggio Around View Monitor, ma le principali novità sono presenti nel cassone posteriore: qui sono collocati un defibrillatore, un kit di primo soccorso e due grosse batterie portatili, formate ciascuna da sette moduli, che resistono all'acqua e sono studiate per costituire un'alternativa ai tradizionali (e inquinanti) generatori a benzina. Ognuno include l'ingresso per un pannello solare, due uscite da 220V e tre ingressi usb. Nel cassone è possibile stivare anche un drone, capace di volare fino a 30 minuti, che invia le riprese ad un monitor scorrevole. L'equipaggiamento include anche la trazione integrale, il cambio automatico a 7 rapporti e l'impianto frenante con dischi ampi 300 mm. La capacità di traino raggiunge i 3.500 Kg. OmniFurgone.it ha dedicato alla Navara EnGuard un articolo approfondito e una gallery molto ricca, così a come a tutte le novità dell'IAA 2016.

Nissan Navara EnGuard, un prototipo per chi lavora nei boschi