L'utilitaria ha un aspetto rude e strizza l'occhio al fuoristrada, ma è spaziosa e ben dotata

Nel 2000 il fenomeno dei crossover era ancora ben lontano da imporsi, ma in quell'anno Suzuki realizzò un'automobile che del crossover aveva molti spunti: l'altezza da terra superiore alla media, il tetto rialzato e un look meno convenzionale rispetto alle "solite" utilitarie. Quel modello era la Ignis e sarebbe rimasto in commercio fino al 2008. La seconda generazione della Suzuki Ignis arriverà in commercio a gennaio 2017 e mantiene la formula della progenitrice, aggiornandola però secondo i dettami contemporanei: lo stile è massiccio, la trazione è anche ibrida e nell'abitacolo si trovano le ultime tecnologie in fatto di assistenza alla guida, nonostante sia un'utilitaria concorrente della Fiat Panda Trekking.


Per il fuoristrada e la "sfilata" al bar


La Ignis ha linee molto squadrate e montanti posteriori decisamente tozzi, che potrebbero influire sulla visibilità ma regalano all'auto uno stile d'impatto. Quelli anteriori e centrali, invece, sono verniciati di nero. L'altezza da terra è pari a 18 cm, e in abbinamento alla trazione integrale Allgrip consente alla Ignis di affrontare percorsi in fuoristrada non troppo impegnativi. Di contro però la trazione integrale sottrae 40 litri di capacità al vano bagagli, che passa dai 267 litri delle versioni a trazione anteriore ai 227 litri delle Allgrip. La cura riservata all'estetica traspare anche dalle colorazioni scelte, bicolore (con il tetto sempre nero) o molto sgargianti: sono disponibili l'arancio, l'oro e il blu metallizzato.


Ci sono anche l'ibrido e il cambio automatico


Nell'abitacolo sono presenti il divano scorrevole, numerosi vani portaoggetti e lo schermo touch del sistema multimediale, che include le connettività Apple Car Play e Android Auto. L'unico motore previsto è il 1.2 benzina, a iniezione diretta, che si può abbinare al sistema ibrido SHVS: dietro questo acronimo, piuttosto elaborato (Smart Hybrid Vehicle by Suzuki), si nasconde la piattaforma già vista sulla Baleno, che integra un pacco batterie agli ioni di litio, un generatore e un piccolo motore elettrico. Optional il cambio automatico a 5 marce, che altro non è che la versione robotizzata del 5 rapporti manuale (di serie). La nuova Suzuki Ignis può essere dotata dei sistemi contro il colpo di sonno, di quello per mantenere l'auto in corsia e della frenata automatica d'emergenza.



Suzuki Ignis | Salone di Parigi 2016




La Suzuki Ignis sarà in vendita da gennaio 2017, la piccola 4x4, concorrente della nostra Panda, ha un design particolare con spunti dal passato.

Suzuki al Salone di Parigi 2016