Il SUV unisce spazio (per 7) e funzione, come il divanetto scorrevole o i sedili ripiegabili

La berlina Superb ha contribuito di molto a far migliorare la reputazione di Skoda, grazie ad una cura e ad un'attenzione per il dettaglio non inferiori a marche più blasonate. Questo approccio viene mantenuto anche sulla Kodiaq, lunga 4,7 metri, che fa debuttare l'azienda all'interno di una categoria a lei sconosciuta: qui si trovano i SUV dall'abitacolo per cinque o sette passeggeri, come ad esempio la Hyundai Santa Fe o la recentissima Peugeot 5008, diventati nell'ultimo periodo un'alternativa più modaiola e di tendenza alle classiche monovolume. La Kodiaq non sfugge a questa descrizione e la reinterpreta secondo le abitudini di Skoda, quindi aggiungendo praticità e sobrietà: la carrozzeria, ad esempio, è moderna pur senza risultare appariscente.


La Kodiaq offre un vano bagagli ampio fino a 2.065 litri e tanti centimetri a disposizione dei passeggeri, come appare dal video: Skoda dichiara 10,4 cm per le ginocchia dei passeggeri posteriori e 1,01 metri per la testa. I sedili della seconda fila possono scorrere in senso longitudinale, quelli della terza si ripiegano sotto il piano di carico e la dotazione include varie "chicche", come ad esempio il raschietto per i vetri nello sportellino del bocchettone e protezioni a scomparsa inserite nelle portiere. Non mancano poi il regolatore di velocità adattivo, la frenata d'emergenza o l'avviso contro gli angoli ciechi. La Skoda Kodiaq arriverà in Italia da inizio 2017 e si potrà avere inizialmente con il benzina 1.4 TSI (125 CV) e con i diesel 2.0 TDI, da 150 CV e 190 CV. Optional la trazione integrale.

Skoda al Salone di Parigi 2016