L'elettrica e-Golf Touch svela il grande display da 9,2", la strumentazione digitale e l'autonomia di 300 km

Per Volkswagen il Salone di Parigi 2016 è all'insegna delle vetture elettriche e della mobilità alternativa. La regina dello stand è sicuramente la I.D., ma non è l'unica auto su cui Wolfsburg punta. Anche la full electric e-Golf è stata riproposta a Parigi in versione sperimentale con il nome di e-Golf Touch, 136 CV e un nuovo pacco batteria da 37 kWh che porta l'autonomia dagli attuali 190 km a 300 km. Ciò che però è interessante è soprattutto la plancia della e-Golf, che prefigura il nuovo sistema di infotainment e il nuovo cluster di strumentazione digitale che verranno introdotti con l'aggiornamento della Golf, in vendita nel 2017.


Cresce il display al centro della plancia, arrivando a 9,2 pollici, e per la prima volta sarà dotato di comandi gestuali: con un movimento laterale della mano si potrà ad esempio scorrere tra le pagine dei menù senza doversi distrarre cercando il tasto fisico apposito. Sarà disponibile anche il grande LCD da 12,3 pollici dell'Active Info Display dietro al volante, già visto sulla Passat (ovviamente come optional, come sarà anche per la futura compatta). Il resto dell'abitacolo è invece rimasto praticamente invariato rispetto a quello della Golf presentata nel 2012, a cominciare dai comandi del clima e a quelli posti sulle razze del volante, ma probabilmente c'è da aspettarsi qualche altra piccola sorpresa quando il restyling sarà finalmente svelato.