La Stella fa esordire undici nuove versioni e completa il listino dei suoi modelli, finora sprovvisti delle varianti più prestazionali

Dagli scorsi giorni è possibile ordinare le Mercedes Classe E , GLC e GLC Coupé con motori finora non disponibili, a quattro o sei cilindri, che si aggiungono a quelli previsti al momento del lancio e soddisfano anche il palato degli automobilisti più esigenti: la GLC Coupé, ad esempio, riceve la versione 43 4Matic da 367 CV e quella ibrida plug-in da oltre 30 chilometri con un litro di benzina. Fra le novità c'è anche la versione 200 d per la Classe E Station Wagon, da 150 CV, che abbina prestazioni soddisfacenti a costi d'utilizzo irraggiungibili su modelli più prestazionali: la E 200 d scatta da 0 a 100 km/h in 8,7 secondi, ma si accontenta in media di 4,2 litri di gasolio ogni 100 chilometri (dato dichiarato).


La Classe E Station Wagon riceve anche le versioni a benzina E 400 4Matic (335 CV) ed E 43 4Matic (401 CV), oltre alla E 350 d: in questo caso il diesel ha sei cilindri e sviluppa 258 CV. La trazione integrale 4Matic è disponibile anche sulla berlina E 220 d. Nel listino della Mercedes GLC sono presenti da poco la benzina 300 4Matic (245 CV) e la diesel 350 d 4Matic, da 258 CV, mentre la GLC Coupé guadagna quattro versioni: sono le benzina GLC 300 4Matic (245 CV) e GLC 43 4Matic (367 CV), la diesel 350 d 4Matic (258 CV) e l'ibrida 350 e 4Matic, da 211 CV, che promette di consumare 2,5 litri di benzina ogni 100 chilometri. Il suo 0-100 km/h, però, rimane di livello: viene portato a termine in 5,9 secondi.

Mercedes GLC Coupé, sportività al piano rialzato

Foto di: Adriano Tosi