Il Lamborghini PoloStorico ha riportato al suo splendore un esemplare del 1964

Sono servite 1150 ore di lavoro per carrozzeria ed interni e ben 780 per la meccanica e l'impianto elettrico, ma il risultato è stupefacente: una Lamborghini 350 GT come nuova. Il restauro, curato dal Lamborghini PoloStorico, è durato un anno e ha impiegato solo ed esclusivamente ricambi originali. Al momento della riconsegna al proprietario l'auto ha completato il suo primo giro di pista, regalando sicuramente dei momenti carichi di emozione, e per l'occasione è stato organizzato un evento speciale e riservato all'Autodromo di Modena. Il proprietario ha percorso 80 chilometri sul tracciato, mettendo alla prova le doti della sua "nuova" Lamborghini e neanche i punti più critici del tracciato sono riusciti a metterla in difficoltà.


Cambi di marcia precisi e frenata reattiva, tutto è rimasto come quando uscì di fabbrica nel 1964. L'originalità è stata un elemento fondamentale per il proprietario che ha addirittura chiesto di intervenire sull'auto solo con processi di lavorazione dell'epoca: dagli interni in pelle completamente rinnovati ai cerchi originali restaurati minuziosamente dallo stesso fornitore di oltre 50 anni fa, tutto mantiene la bellezza e il fascino di un prodotto artigianale e originale al 100%. Una curiosità: questo esemplare rarissimo (telaio 0121) è uno dei primi 15 costruiti, per questo presenta delle caratteristiche presenti sul prototipo originale che sono poi cambiate nel tempo.

Lamborghini 350 GT, un evento per festeggiare un restauro "maniacale"