La produzione della sportiva è slittata al prossimo decennio. Priorità a GranTurismo e GranCabrio

In principio era il 2016. Questo l'anno in cui l'Alfieri, coupé sportiva del marchio del Tridente, avrebbe dovuto vedere la luce, secondo il piano industriale FCA del maggio 2014. Adesso, riporta Autocar, Maserati ha rivisto nuovamente i suoi programmi. Giulio Pastore, General Manager di Maserati Europa, ha rivelato infatti che la nuova GranTurismo e la sua versione scoperta, la GranCabrio, avranno la precedenza sulla Alfieri e saranno lanciate nel 2018-2019, così come era del resto previsto nel piano industriale. "GranTurismo e GranCabrio non saranno eliminate", dice Pastore. "Non dimentichiamoci che la storia di Maserati è conosciuta anche per sue belle granturismo 2+2, quindi le rimpiazzeremo. Poi toccherà alla Alfieri".


Facendo un rapido calcolo, è facile pensare che per vedere finalmente la Alfieri su strada bisognerà aspettare almeno il 2020. Stando alle parole del General Manager, poi, anche il futuro della GranCabrio è assicurato, mentre in un primo momento si vociferava che potesse addirittura scomparire del tutto dalla gamma (il piano non aveva confermato nessuna data di lancio per questo modello). E' plausibile comunque che la causa del ritardo nella produzione della Alfieri sia da individuare nello slittamento del debutto della Levante, inizialmente previsto per il 2015. L'importanza strategica del primo SUV del Tridente per i piani di FCA ha probabilmente allungato le tempistiche nell'ottica di offrire sul mercato un prodotto in grado di competere ad armi pari con le rivali più blasonate.



Maserati Alfieri Concept al Salone di Ginevra




Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2014: la Maserati Alfieri è protagonista

Foto di: Fabio Gemelli