Fatto un nuovo brand non può mancare una sportiva quanto più possibile avveniristica. Così accanto al SUV 01, Lynk & Co ha presentato la Lynk Concept Car (senza il co), un concept che rappresenta il manifesto stilistico della neonata casa cino-svedese, ma di cui ancora non si conoscono le caratteristiche tecniche. Da lei il centro stile Geely è partito per sviluppare l'identità stilistica della gamma di cui la 01 rappresenta solo il primo tassello. L'impostazione della Lynk è quella di una 2+2 con quattro porte che si aprono ad ali di gabbiano. L'effetto wow è garantito anche dalle proporzioni con sbalzi ridotti ai minimi termini e un look che non fa nulla per passare inosservato e che si ispira, dicono i designer, alle megalopoli.


Si può infatti considerare più cinese che svedese - detto con il rispetto per i gusti di tutti - la scelta dei colori degli interni, che alternano il viola del pavimento e della fascia centrale dei sedili anteriori alla scala di grigi utilizzata per plancia e tunnel, mentre la zona di battuta delle portiere è quanto di più appariscente si possa immaginare: non solo è divisa in due, longitudinalmente, da un profilo centrale prima viola e poi azzurro, ma è anche caratterizzata da fregi metallizzati chiari e scuri. Molto hi-tech, ovviamente, la strumentazione: dietro al volante spiccano i display digitali a colori e al centro della plancia un grosso "tablet". Interessante anche la disposizione dei posti, su quattro poltrone singole e fascianti. In ogni caso, come hanno ammesso i vertici dell’azienda, questo concept è ben lontano dalla produzione, visto che prima verranno almeno altri 5 modelli, ognuno dei quali - pare - è quasi ultimato.

Lynk Concept, la sportiva che ispira Lynk & Co