I due marchi hanno deciso di collaborare per entrare nel mondo delle hypercar

La Apollo Automobil (ex Gumpert) è decisa ad entrare nel segmento delle hypercar e annuncia la collaborazione con la Scuderia Cameron Glickenhaus (SCG) e l'italiana Manifattura Automobili Torino (MAT) per la produzione della nuova generazione della Apollo Arrow. La Scuderia Cameron Glickenhaus finora si è dedicata alla trasformazione di modelli Ferrari e alla costruzione della SCG003C che ha partecipato alla 24 Ore del Nurburgring, ma in cantiere ha il modello stradale SCG003S che sarà presentato al pubblico al Salone di Ginevra 2017.


Il risultato di questa collaborazione darà la luce a due versioni della Arrow: una belva da pista con motore V12 (ribattezzata "Titan") e una più "docile" variante stradale (Arrow S) che monterà un V8 Biturbo. Entrambi i modelli adotteranno le tecnologie sviluppate per la SCG003C, ma subiranno un trattamento in "stile Apollo". Il fondatore della SCG Jim Glickenhaus ha dichiarato di essere entusiasta di partecipare al progetto della nuova Apollo e di poter condividere con loro il proprio know-how. Lo stesso Norman Choi, presidente della Apollo, ha manifestato il suo apprezzamento per la SCG003C ed è convinto che insieme possano creare qualcosa di "veramente speciale".

Apollo Arrow, tedesca da 1.000 CV

Foto di: Fabio Gemelli