I lavori sono appena partiti. Si tratta di 2 km costati 3.000 euro al metro lineare

Le auto accanto alle bici, che potranno muoversi sulla pista ciclabile sospesa sul Lago di Garda. Sarà così la “pista ciclabile più bella d’Europa”, come l’ha definita il sindaco di Limone Chicco Risatti. Si tratta di 2 km che collegheranno la località Capo Reamol, a nord di Limone, con il confine trentino, e che si aggiungono ai 4 che vanno dalla zona sud del paese a Capo Reamol inaugurati nel maggio 2013 (1,2 milioni co-finanziati da Regione e Provincia). I lavori sono iniziati e come si vede dai rendering del progetto, predisposto dalla ATT di Salò, sarà un percorso panoramico mozzafiato. L’investimento è di circa 7,6 milioni di euro, finanziati dall’ex fondo per lo sviluppo dei Comuni di confine.


“Questo tratto - spiega Giorgio Toffoletto, titolare di ATT - prevede parti a sbalzo e parti nelle vecchie gallerie dismesse della Gardesana. Costi? Tremila euro al metro lineare, la metà dei quali per la messa in sicurezza: disgaggi, consolidamenti, paramassi”. Come riporta gardapost.it anche il tratto da Tremosine a Campione sud è proggettato e, nell’ottica del grande sogno dell’anello ciclabile gardesano, si penserà al tratto Campione-Tignale. Il tratto Gargnano-Tignale invece dovrà passare, secondo i programmi, per la porzione di Gardesana che sarà soppiantata dalla nuova galleria in fase di progettazione dall’Anas.


[Foto: gardapost.it]

Bici, la pista ciclabile più bella d’Europa sarà sul Garda

Foto di: Eleonora Lilli