Dal 2017 i propulsori saranno più puliti, economici e potenti anche grazie al compressore elettrico

Mercedes ha dato il via alla sua più grande strategia di rinnovamento motori. Dall'anno prossimo la casa della Stella produrrà nuovi motori, sia benzina che diesel, a quattro, sei e otto cilindri. La promessa da Stoccarda è che le nuove motorizzazioni saranno più pulite, più economiche e anche più potenti e tutto ciò sarà possibile anche grazie al nuovo sistema elettrico da 48 Volt e al compressore elettrico ausiliario.


Benzina o Diesel, 4 o 6 cilindri


Il sei cilindri in linea (nome in codice OM656) manda a casa definitivamente il V6. Questo 3 litri diesel è migliore rispetto al suo predecessore perché più potente (313 CV invece di 258 CV), meno rumoroso e più efficiente. Con lo stesso numero di cilindri, ma a benzina c'è l'M256 che consuma il 15% di meno rispetto al V6 e che dovrebbe sostituire gli attuali V8 della prossima Classe S. Tre litri di cilindrata 408 CV, 500 Nm di coppia e la macchina elettrica da 15 KW che aiuta il propulsore ai bassi regimi e consente il recupero di energia durante il rilascio. Il compressore elettrico, il secondo aiutante, fa la sua apparizione per il climatizzatore che potrà funzionare anche ad auto spenta. Non poteva mancare poi l'M264 che in gergo Mercedes vuol dire 4 cilindri e vuol dire rimpiazzare alcuni dei 6 cilindri presenti attualmente in gamma. Cilindrata 2.0 con turbo Twin-scroll e anche qui ausilio elettrico per l'avvio e i rallentamenti in cui è possibile accumulare energia nella batteria dedicata.


L'otto cilindri può essere dimezzato


La futura Classe S potrà essere equipaggiata anche con un V8 M176 benzina da 476 CV e 700 Nm. Fino a poco più di 3.000 giri/min l'auto può circolare con "mezzo motore". Questo significa che per risparmiare si chiudono le valvole dei cilindri 2,3,5, e 8 fino a quando il piede non premerà di più. Dal quel punto in avanti entreranno in azione tutte le funzionalità del motore. In sostanza il motore consuma il 10% in meno rispetto al passato proprio grazie a questo funzionamento dimezzato a bassi regimi.

Mercedes, in arrivo nuovi motori a 4, 6 e 8 cilindri

Foto di: Lorenzo Catini