La city car tedesca le ha donato componenti essenziali e ora si pensa a una piccola produzione

Il nome "Loryc" torna dal passato per far conoscere un pezzo di storia automobilistica che in pochi conoscono. Dal 1920 al 1925 due imprenditori di Palma di Maiorca diedero vita a questo marchio e costruirono un'auto dalle piccole dimensioni che oggi è tornata in vita grazie ad una "donatrice di componenti": la Opel Adam. Karl-Heinz “Charly” Bosch ha ricostruito un esemplare in versione elettrica montando una ventina di componenti presi dalla city car tedesca ovvero: la sospensione anteriore, l’asse posteriore, lo sterzo, i freni a disco e il freno a mano. "Il problema principale del progetto è stato lottare per ogni grammo di peso", ha detto Bosch, perchè per ottenere l’omologazione europea il peso - anche se la nuova Loryc Electric Speedster ha appena 20 CV - doveva essere comunque molto contenuto. E c'è riuscito, arrivando ad appena 449 chilogrammi senza batteria. Merito della "donatrice".


"Queste componenti di Adam sono estremamente leggere e presentano due vantaggi fondamentali: aumentano l’autonomia ed è anche grazie a loro che oggi è possibile guidare una Loryc su strada", ha spiegato Bosch. Ora che l'esperimento è riuscito e l'auto è perfettamente funzionante, nell'officina di Santa Ponça ne verranno assemblate altre tre, destinate alla vendita o al trasporto dei turisti sull'isola. E anche per la Opel Adam si aprono nuovi scenari interessanti. "Quando Bosch ci ha parlato della sua idea e ha chiesto il nostro sostegno, abbiamo immediatamente appoggiato il progetto, al quale siamo orgogliosi di contribuire - ha detto Andreas Apel, Channel Manager Trade di Opel -. L’interesse per le parti di Adam è in crescita e sono sempre più richieste soprattutto per i progetti relativi alla mobilità elettrica. La vendita dei nostri versatili componenti rappresenta un’importante settore di attività che ci consente di entrare in nuovi segmenti di mercato".

Opel Adam ha riportato in vita un'auto d'epoca, ecco come

Foto di: Eleonora Lilli