Specifica nell’estetica, dentro e fuori, aumenta l’autonomia (dichiarata) fino a 300 km

In California ci tengono tanto all'ambiente e Volkswagen, non a caso, sceglie proprio Los Angeles per mostrare la versione aggionata della e-Golf. Oltre alle modifiche estetiche frutto del restyling - paraurti più spigolosi e levigati per dare una percezione di maggiore larghezza - spicca il profilo blu che attraversa il frontale a piena larghezza, nei fari e nella mascherina al di sotto del logo VW. La fiancata invece si distingue per i cerchi specifici, che migliorano la penetrazione aerodinamica e sono di dimensioni inferiori (gomme 205 di larghezza) rispetto a quelli della media delle altre Golf, al fine ovviamente di ridurre l'attrito e, quindi, incrementare l'autonomia.


Già, l'autonomia: 300 km dichiarano in Volkswagen, secondo il ciclo di omologazione europeo, mentre in base a quello americano (più realistico) calano a circa 200. Il motore eroga 136 CV e 290 Nm di coppia. Dentro, spicca lo schermo touch da 9,2" con comandi gestuali, che però è condiviso con le versioni "normali" della compatta di Wolfsburg. Specifica è invece la strumentazione, completamente digitale come sulle altre Golf (optional), ma con indicazioni specifiche visto che in questo caso si tratta di una macchina elettrica. L'e-Golf restyling arriverà in Italia insieme alla Golf entro la metà del 2017. I prezzi? Da circa 37.000 euro.

Volkswagen e-Golf, il restyling in diretta da Los Angeles [VIDEO]