Entro il 2018 aumentano le risorse per sostenere la produzione di Giulia e Stelvio

Quando la produzione della Alfa Romeo Giulia e la recente Stelvio sarà a pieno regime ci sarà bisogno di più manodopera. Ed è proprio per questa ragione che il gruppo FCA assumerà altri 1.800 dipendenti entro il 2018. La notizia arriva direttamente da Alfredo Altavilla, il responsabile FCA per la regione Emea (Europa, Medio Oriente, Africa) che durante l’assemblea Anfia (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica) si è espresso positivamente riguardo le sorti del gruppo.

Che il gruppo FCA annunci nuove assunzioni non è una novità e infatti Fiat-Chrysler, dal 2013 ad oggi, ha assunto quasi 6.000 lavoratori negli stabilimenti italiani. Attualmente, lo ricordiamo, la fabbrica di Cassino conta 4.300 lavoratori su due turni, ma con l’incremento della produzione, aumenteranno anche i dipendenti. Di fatto si tratta di ingenti investimenti che Marchionne preferisce indirizzare sul suolo italiano, anche alla luce del fatto che grazie ai nuovi modelli proposti, lo ha dichairato, la gamma attuale è al pari o superiore dei tedeschi. L’assemblea si è tenuta anche in presenza del Premier Renzi che si è congratulato con l’azienda per l’impegno dimostrato nel corso del tempo che ha contribuito a migliorare lo stato di salute dell’intero Paese.

Alfa Romeo Stelvio, negli USA costa 41.995 dollari