La cifra dovrebbe essere versata al dipartimento di giustizia, dopo le necessarie approvazioni

Negli Stati Uniti il Gruppo Volkswagen continua a pagare per il Dieselgate. Lo scorso ottobre era stato concordato, come forse ricorderete, un risarcimento da 15 miliardi di dollari a seguito di una class action. Ora c’è un nuovo accordo che segue il patteggiamento con le autorità americane per versare al dipartimento di giustizia 4,5 miliardi di dollari. L’accordo però deve prima essere approvato dal consiglio di sorveglianza del Gruppo Volkswagen e dai tribunali competenti.


La parola definitiva quindi arriverà a breve, ma la cifra non spaventa il Gruppo che, in una nota ufficiale, fa sapere che il pagamento rientra negli accantonamenti fatti finora. In attesa di avere la cifra conclusiva dell’impatto economico che ha avuto il Dieselgate negli USA, è stato stabilito che per i prossimi tre anni un’autorità controllerà le attività del Gruppo tedesco in America; a nominarne i vertici saranno il dipartimento di Giustizia e la dogana statunitense. In Europa invece i richiami sono alla fase finale e non ci sono provvedimenti simili a carico dell'azienda.

Dieselgate, nuove irregolarità in Germania

Foto di: Fabio Gemelli