Il crossover inglese raggiunge quota 231 CV e promette uno 0-100 km/h in 6,5 secondi. Migliora anche il comportamento su strada

 Il potente motore a benzina già visto sulle MINI e MINI Clubman in allestimento John Cooper Works viene ripreso dalla crossover Countryman, in vendita dalla primavera 2017, che riceve tutti gli accorgimenti previsti dalle MINI JCW: aumentano così le prestazioni e il comportamento su strada diventa più accattivante. Il nuovo modello verrà presentato in forma ufficiale al Salone dell'automobile di Shanghai (21-28 aprile). La Countryman John Cooper Works riceve il 2.0 sovralimentato e raggiunge quota 231 CV, 13 in più della generazione precedente, complice l'utilizzo di un motore più generoso (da 2.0 litri anziché 1.6) e il ricorso a soluzioni tecniche dedicate: i pistoni sono specifici, è presente un nuovo radiatore e aumentano le prestazioni del sistema di raffreddamento. La coppia cresce da 260 a 350 Nm.


Accelerazione da sportiva


La casa inglese dichiara un tempo sullo 0-100 km/h di 6,5 secondi e promette una dinamica su strada più coinvolgente, a dispetto del generale incremento delle dimensioni: la MINI Countryman raggiunge i 4,30 metri e misura 20 cm in più del vecchio modello. Questo obiettivo viene rincorso attraverso l'utilizzo di sospensioni sportive, di un meccanismo dello sterzo ricalibrato, dell'impianto frenante maggiorato e delle nuove impostazioni per i sistemi di aiuto alla guida, come ad esempio il controllo di stabilità, che sovrintende ora al differenziale elettronico: il differenziale anteriore distribuisce la coppia in maniera intelligente fra le ruote dell'asse e migliora così l'aderenza nelle curve strette. L'equipaggiamento della MINI Countryman JCW include anche la trazione integrale ALL4 e il cambio automatico Steptronic ad 8 marce, proposto in alternativa al classico manuale a 6 rapporti.


Gestione elettronica intelligente


L'allestimento John Cooper Works prevede inoltre cerchi da 18 pollici (optional da 19), paraurti ridisegnati, nuove appendici aerodinamiche, un impianto di scarico meno insonorizzato e componenti di foggia sportiva nell'abitacolo, dove si trovano sedili più sagomati e il selettore MINI Driving Modes, che permette di regolare diversi parametri dell'auto in accordo alle modalità Sport, Mid e Green: l'elettronica interviene sulla risposte dell'acceleratore, dello sterzo, del rombo del motore, del cambio e degli ammortizzatori (nel caso siano presenti quelli a controllo attivo). Nella plancia è montato lo schermo da 6,5 pollici, ma in opzione si può ordinare quello da 8,8 pollici e l'head up display.

Nuova MINI John Cooper Works Countryman, più potenza in arrivo