Prototipi e modelli di preserie usciranno dalla fabbrica in primavera. La versione ibrida più avanti

Prima di accelerare su strada e impressionare per le sue prestazioni la Lamborghini Urus inizia ad aumentare la velocità già sulla catena di montaggio. Il nuovo SUV della Casa del Toro atteso dai clienti più facoltosi e sportivi del mondo uscirà dalle linee di produzione già ad aprile 2017, con un certo anticipo rispetto al 2018 indicato come anno di avvio della commercializzazione. A darne notizia è lo stesso ad Stefano Domenicali che parlando con Digital Trends preannuncia entro pochi mesi l'assemblaggio dei primi esemplari di preserie, prototipi necessari a definire processi produttivi totalmente nuovi. Domenicali conferma anche il nome ufficiale Urus, come sempre ispirato al mondo della tauromachia, delle corride e in questo caso dell'uro, antenato dei bovini domestici.


Questi primi prototipi di Lamborghini Urus che prenderanno forma nello storico stabilimento di Sant'Agata Bolognese serviranno a istruire i 500 nuovi lavoratori e la rete di vendita che dovrà affrontare "un nuovo mercato e una nuova clientela". Grazie al nuovo Urus la produzione annuale di Lamborghini dovrebbe raddoppiare entro il 2018, passando dagli attuali 3.500 esemplari di Huracan e Aventador ad un totale di 7.000 vetture. Ad una precisa domanda dei colleghi americani Domenicali risponde che Lamborghini Urus avrà diverse modalità di guida selezionabili anche per l'offroad e setup specifici per ghiaccio, neve, pietre e sabbia e che la Urus ibrida sarà la seconda versione ad arrivare sul mercato (la prima per il marchio Lamborghini), ma "non prima di tre o quattro anni".

Lamborghini Urus: forse in vendita dal 2017

Foto di: Sergio Chierici