Un altro dettaglio delle berlinetta è stato svelato e conferma la ricerca della massima leggerezza

Un'altra tessera si aggiunge al puzzle della Alpine; questa volta ad essere svelati sono i sedili. Per ora di lei sappiamo che avrà un telaio in alluminio, il motore - centrale - sarà un 1.8 TCe derivato dal 1.6 TCe della Clio R.S., con 250 o 300 CV, e che aerodinamica e leggerezza saranno i suoi punti di forza. Proprio in funzione del risparmio di peso sono stati studiati i sedili. 13.1 kg, questo è il dato dichiarato, circa la metà rispetto a dei sedili "standard". La particolare struttura monoscocca consente al pilota di "sentire" la macchina e di rimanere ancorato e sicuro anche nelle curve più impegnative. La seduta, come in ogni auto sportiva, è stata studiata per il massimo supporto laterale.


La vocazione corsaiola della francese era già emersa dal trailer della Vision, il concept a cui la A120 (questo potrebbe essere il nome definitivo) è strettamente legata; volante a tre razze con palette per il cambio e strumentazione "binoculare" analogica. Non ci sono altre notizie ufficiali, l'effetto "mistero" continua. Sicuramente il Salone di Ginevra (in programma dal 9 al 19 marzo) potrebbe essere un'occasione per la presentazione al pubblico. Grosse sorprese sull'estetica non ci saranno, la versione definitiva del modello stradale condividerà circa l'80% delle componenti della Vision.

Alpine, sedili "peso piuma" da 13.1 kg