All'inaugurazione c'erano il Presidente Marchionne, John Elkann e Piero Ferrari

"Guidando con le stelle", questa è la traduzione letterale del nome della nuova mostra inaugurata al Museo Ferrari di Modena. L’esposizione è un omaggio a tutti i personaggi che guidano (o che hanno guidato) una vettura del Cavallino e che hanno segnato una pagina di storia. Ogni macchina esposta ricrea, con la sua storia, una "fotografia" dell’epoca in cui è stata costruita. Tra le vetture esposte ci sono la 166 MM del 1948, protagonista dell’iconica Miglia Miglia e la Formula 1, con la 312 F1 di Ludovico Scarfiotti (l’ultimo pilota italiano a vincere a Monza, nel 1966). Più avanti negli anni si incontrano personaggi straordinari come Pavarotti - possessore di una F40 - e, arrivando velocemente agli anni Duemila, il cantante Jay Key (noto appassionato di auto) e lo chef e personaggio televisivo Gordon Ramsay, anche lui seguace e collezionista delle auto del Cavallino.


La mostra Ferrari continua con la Sala dei Motori; uno spazio espositivo dove si trovano 25 propulsori iconici per il Marchio. Tra questi anche lo storico dodici cilindri della 125 S, la prima Ferrari mai realizzata e il V6 della Dino (sviluppato proprio dal figlio di Enzo). Nella mostra c’è spazio anche per le tecnologie più moderne come gli F140FE ed F154CB, i motori delle recenti LaFerrari e 488 GTB. La mostra “Driving with the Stars” rimarrà per tutto il 2017 al Museo Enzo Ferrari di Modena con orari di apertura quotidiani dalle 9.30 alle 18.00.

“Driving with the Stars”, la nuova mostra Ferrari a Modena