All'inaugurazione c'erano il Presidente Marchionne, John Elkann e Piero Ferrari

"Guidando con le stelle", questa è la traduzione letterale del nome della nuova mostra inaugurata al Museo Ferrari di Modena. L’esposizione è un omaggio a tutti i personaggi che guidano (o che hanno guidato) una vettura del Cavallino e che hanno segnato una pagina di storia. Ogni macchina esposta ricrea, con la sua storia, una "fotografia" dell’epoca in cui è stata costruita. Tra le vetture esposte ci sono la 166 MM del 1948, protagonista dell’iconica Miglia Miglia e la Formula 1, con la 312 F1 di Ludovico Scarfiotti (l’ultimo pilota italiano a vincere a Monza, nel 1966). Più avanti negli anni si incontrano personaggi straordinari come Pavarotti - possessore di una F40 - e, arrivando velocemente agli anni Duemila, il cantante Jay Key (noto appassionato di auto) e lo chef e personaggio televisivo Gordon Ramsay, anche lui seguace e collezionista delle auto del Cavallino.


La mostra Ferrari continua con la Sala dei Motori; uno spazio espositivo dove si trovano 25 propulsori iconici per il Marchio. Tra questi anche lo storico dodici cilindri della 125 S, la prima Ferrari mai realizzata e il V6 della Dino (sviluppato proprio dal figlio di Enzo). Nella mostra c’è spazio anche per le tecnologie più moderne come gli F140FE ed F154CB, i motori delle recenti LaFerrari e 488 GTB. La mostra “Driving with the Stars” rimarrà per tutto il 2017 al Museo Enzo Ferrari di Modena con orari di apertura quotidiani dalle 9.30 alle 18.00.

Fotogallery: “Driving with the Stars”, la nuova mostra Ferrari a Modena