Il nome Cullinan, lo stesso di un famoso diamante, è stato ufficializzato dalla Casa inglese

“Guai a voi se compaiono le 3 lettere S-U-V da qualche parte nei comunicati ufficiali relativi alla Cullinan”: il linguaggio sarà stato sicuramente più british, ma il succo del messaggio arrivato dai vertici di Rolls Royce ai propri uomini delle pubbliche relazioni non tanto diverso. Eppure, la guardi e la riguardi (a proposito, questo il nostro rendering) e non ti vengono in mente altre definizioni o categorie, se non: SUV, appunto. Di lusso. Super-lusso, certo, ma pur sempre Sport Utility Vehicle. Del resto se siamo tutti d’accordo a chiamare così Bentley Bentayga e Lamborghini Urus, allora anche i pregiatissimi amici di Rolls-Royce si devono “rassegnare”.


Il diamante grezzo più grande mai ritrovato nella storia


Che le parole abbiano un’importanza particolare, per Rolls-Royce, lo si capisce anche dal fatto che, per dare il nome al nuovo modello, abbiano “rubato” quello del diamante grezzo più grande mai trovato al mondo. O, per dirla alla Torsten Müller-Ötvös, Chief Executive Officer di Rolls-Royce: “E’ il nome che meglio si adatta al nostro nuovo, straordinario prodotto. Cullinan è un veicolo prezioso, dalla qualità perfetta e di una portata tale da riscrivere la scala e le possibilità del lusso”.


Un lungo percorso fatto di fango, sabbia e neve


Un diamante è tale anche per la sua durezza, la capacità cioè di resistere alla scalfitura. Un concetto che in un certo senso si può estendere anche alle auto e che Rolls-Royce ha perseguito con severissimi collaudi in tutte le condizioni più difficili esistenti al mondo: nei deserti africani e del Medio Oriente, sulle nevi del Circolo Polare Artico, ma anche sulle insidiosissime praterie scozzesi, nei canyon americani e in tanti altri suggestivi luoghi.

Rolls Royce Project Cullinan, il SUV che non vuole esserlo