L’ammiraglia del Leone ha una linea quasi da coupé, il portellone e tanta tecnologia

Che la si guardi in foto o dal vivo, quasi non si direbbe che la nuova Peugeot 508 abbia 5 porte, eppure è così: la nuova ammiraglia del Leone è una fastback con linee da coupé che seguono la tendenza del momento, ovvero abbassare le proporzioni dell’auto così da “schiacciarle” sempre più a terra. A prima vista si ha quindi l’impressione di un’auto ben piantata a terra, con forme e proporzioni più sportivi rispetto all’eleganza del modello attuale. La francese rientra così in un discorso stilistico che la accomuna a Volkswagen Arteon, Kia Stinger e anche modelli di fascia premium come Audi A5 Sportback e BMW Serie 4 Gran Coupé, tutte sue prossime concorrenti.

A prima vista

Come da prassi anche la nuova Peugeot 508 riprende il family feeling delle sorelle, come ad esempio la mascherina verticale, ma introduce anche nuovi elementi come le luci led verticali che funzionano anche da indicatori di direzione. Girando intorno all’auto ci si accorge poi delle piccole e grandi finezze stilistiche e tecniche che accompagnano la nuova Peugeot 508 come, ad esempio, i volumi del frontale che fuoriescono per proteggere gruppi ottici e sensori/telecamere degli ADAS, i fari posteriori con pareti interne trasparenti o ancora la forma delle portiere posteriori, studiata per non sacrificare troppo entrata e uscita in abitacolo. E poi, nel pieno rispetto della filosofia da coupé, i vetri sono senza cornici.

Dal virtuale al reale

Trattandosi di un’ammiraglia la nuova Peugeot 508 eleva al massimo tutto ciò che riguarda materiali, assemblaggi e tecnologia, con l’ultima incarnazione dell’iCockpit: strumentazione 100% digitale e grosso monitor centrale per l’infotainment. Non si tratta però di un’operazione di copia/incolla con le 3008 e 5008: qui infatti lo sviluppo orizzontale è ancora maggiore, così da riprendere le linee più basse e larghe della carrozzeria. Soluzione stilistica ed ergonomica nata grazie al massiccio uso della realtà virtuale, utile non più solo per osservare le forme dell’auto prima ancora che venga creato il modello in “carne ed ossa”, ma anche per interagire con l’abitacolo e studiare al meglio l’ergonomia dei comandi e l’effetto dei differenti materiali.

Nuova Peugeot 508