Lunga 5,11 metri, 100% elettrica e con sistemi di guida autonoma, debutterà al Salone di Ginevra

Prima la compatta, poi il furgoncino e poi ancora l’immancabile crossover: ecco la famiglia 100% elettrica di Volkswagen, contraddistinta dalla sigla I.D., basata sulla nuova piattaforma MEB e in rampa di lancio per diventare una gamma di serie a partire dal 2020. Un tris pronto a diventare poker al prossimo Salone di Ginevra, palcoscenico scelto dal colosso di Wolfsburg per presentare la Volkswagen I.D. Vizzion, concept che (in termini di dimensioni e tecnologia) diventa la madre di tutte le prossime auto elettriche VW. Una berlina lunga 5,11 metri (6 cm in meno rispetto alla nuova Audi A8) con uno stile che si ispirerà a quello dei prodotti Apple.

Tra moda e novità

Quando si parla di berline il trend del momento vuole che queste abbiano forme da coupé e la Volkswagen I.D. Vizzion sembra non fare eccezione, con il montante posteriore molto inclinato e la coda, con un aspetto simile a quella della nuova Audi A7, quasi inesistente. Anche se si tratta di un bozzetto balzano poi all’occhio altri particolari, come la maniglia delle portiere posteriori sistemata verso le portiere anteriori, segno che la concept potrebbe avere un’apertura a libro. L’abitacolo potrebbe avere 4 poltroncine singole e pavimento perfettamente piatto (i vantaggi dell’elettrico) e trasformarsi in una sorta di salotto, tanto a guidare ci penserà il computer. La nuova concept della famiglia I.D. infatti è dotata di sistemi per la guida autonoma e di un assistente vocale grazie al quale si possono gestire numerosi parametri.

Può andar lontano

Al di là dei sogni che promette l’abitacolo con la sua tecnologia da Star Trek, la cosa davvero importante sono autonomia a prestazioni. Secondo il comunicato stampa il pacco batterie agli ioni di litio da 225 kW della Volkswagen I.D. Vizzion promette una percorrenza di circa 665 km con una sola carica mentre, grazie ai 2 motori elettrici, si tocca la velocità massima di 180 km/h. Quel che basta per viaggiare senza essere costantemente accompagnati dalla range anxiety.