Il prototipo è ancora camuffato, ma qualche elemento in più è possibile vederlo

Il copione era già noto: dopo le prime immagini rilasciate (direttamente da Mercedes) qualche giorno fa e a più di due settimane dall’inizio del Salone di Ginevra, la Mercedes AMG GT 4 porte continua nel suo “spogliarello” online. Anche in questo caso la fonte è la stessa Casa tedesca, che per l’occasione ha cambiato il colore della camuffatura da bianco-nera (foto sotto) a verde-nera. Ma non un verde qualsiasi, un verde vipera che la dice lunga su quello che c’è sotto la carrozzeria.


Nuovi, piccoli dettagli si svelano


Col cambio di “muta” si intuisce qualcosa in più su lavoro svolto dai designer Mercedes-AMG: innanzitutto è ora possibile vedere la forma delle prese d’aria nel paraurti anteriore. Ce ne sono due laterali che presumibilmente servono anche a raffreddare i freni (i quali avranno parecchio da fare, se si spreme anche solo il 50% del potenziale di questa macchina…), più una al centro, a sua volta divisa in 4 parti.


Alettone mobile posteriore


Ciò che si poteva indovinare ma adesso è una certezza è la presenza di un alettone posteriore mobile, che si alza cioè al di sopra di una certa velocità, per dare il giusto carico aerodinamico a una macchina capace di oltre 800 CV, frutto della somma dei 600 provenienti dal V8 4.0 biturbo e dei circa 200 dal modulo elettrico. Altro dettaglio che si coglie guardando con attenzione le foto: i 4 scarichi non hanno più una forma rotonda, ma rettangolare con gli angoli smussati.

Mercedes-AMG GT, altre foto "spia" della 4 porte

Foto di: Adriano Tosi