Un Huawei Mate 10 Pro si è messo alla guida di una Porsche Panamera ed è stato in grado di evitare un ostacolo

Nel mondo della tecnologia si parla sempre più di intelligenza artificiale, ovvero un computer in grado di pensare come un essere umano. Siamo ancora lontani da esseri senzienti come Hal 9000 di 2001 Odissea nello spazio ma ormai computer, smartphone e tablet riescono a svolgere azioni sempre più complesse, come ad esempio guidare un’auto. A farlo è stato un Mate 10 Pro, smartphone di punta di Huawei dotato Intelligenza Artificiale, messo a bordo di una Porsche Panamera non per interfacciarsi semplicemente con il sistema di infotainment, ma per prenderne i comandi e guidarla su strada (chiusa al traffico) e schivare un ostacolo. Guida autonoma in tutto e per tutto gestita però da un classico smartphone.

Vedere e capire

Il progetto si chiama RoadReader e ha previsto delle modifiche a una Porsche Panamera, dotata dei suoi classici sistemi di sicurezza di serie ai quali i tecnici dell’azienda cinese ha aggiunto una videocamera collegata tramite cavo USB al Mate 10 Pro. Lo smartphone, assolutamente di serie, è stato programmato con righe e righe di codice e istruito a riconoscere più di 1.000 oggetti differenti e su come agire nel caso in cui uno di questi oggetti debba trovarsi davanti all’auto. Auto guidata al 100% dal Mate 10 Pro, ai comandi di acceleratore, freno e sterzo grazie a un collegamento in WiFi con la centralina.

Attenti al cane

La prova su strada (naturalmente chiusa al traffico) ha visto protagonista la Porsche Panamera guidata dal Huawei Mate 10 Pro e un cane messo sulla traiettoria dell’auto. La telecamera frontale, scansionando costantemente la strada, ha riconosciuto la presenza dell’animale e ha mandato l’avviso allo smartphone che, a sua volta, ha attivato una serie di manovre (ridurre velocità, frenare, sterzare) per evitare così l’ostacolo.