La situazione rimane grave in Liguria, dove è stato bloccato alla circolazione un pezzo della A12 fra La Spezia e Sestri Levante

Dopo una mattina di “passione” hanno riaperto verso mezzogiorno i tratti autostradali chiusi per maltempo questa mattina: dall’ora in pranzo in poi è possibile quindi percorrere la A1 tra Milano e Bologna, la A14 tra Bologna San Lazzaro e Cattolica, la diramazione di Ravenna, il raccordo di Bologna Casalecchio e la A13 tra il bivio A14 e Ferrara Sud.


La neve e il freddo intenso hanno creato enormi disagi alla circolazione in molte strade e autostrade del Nord Italia, chiuse per motivi precauzionali dalle società che le gestiscono: Autostrade per l’Italia, l’azienda che ha il controllo di molte autostrade nel nostro paese, aveva annunciato dal proprio sito internet di aver chiuso cinque tratti a causa della pioggia gelata. Sono la A1 Milano-Napoli tra Milano sud e Sasso Marconi in entrambe le direzioni; la A14 Bologna-Taranto tra Bologna San Lazzaro e Cattolica in entrambe le direzioni; l’intero tratto della diramazione di Ravenna; l’inrtro tratto del Raccordo di Bologna e la A13 Bologna-Padova tra il bivio della A14 e Ferrara Sud.


A Genova Est si viaggia a passo d'uomo


La situazione rimane molto seria in Liguria, dove è stata chiusa l’autostrada A12 Genova-Livorno fra La Spezia e Sestri Levante a causa del ghiaccio formatosi giovedì. Il profilo Twitter dell’Anas (la società che si occupa della manutenzione delle strade in Italia) informa che il traffico scorre quasi a passo d’uomo dallo svincolo di Genova Est fino all’allacciamento dell’autostrada A7 Milano-Genova, mentre la velocità è di circa 10 km/h sull’allacciamento della Tangenziale Ovest Di Milano a Melegnano. Anche sull’autostrada A11 Firenze-Mare si viaggia a circa 10 km/h dallo svincolo di Sesto Fiorentino a Firenze-Peretola. Per avere aggiornamenti in tempo reale vi consigliamo di guardare sul sito internet di Autostrade per l’Italia, sul profilo Twitter dell’Anas o ascoltare il canale radio Isoradio alla frequenza 103.3.


Tutta colpa del gelicidio


Molte strade e autostrade sono state chiuse in seguito al fenomeno noto come gelicidio, usato impropriamente da molti organi di informazione in riferimento a una situazione di freddo intenso. In realtà il gelicidio è un fenomeno atmosferico ben preciso, secondo quanto scritto nel vocabolario Treccani, che lo definisce un fenomeno “per il quale l’acqua piovana, cadendo con temperatura inferiore a 0 °C (ma ancora liquida per soprafusione), si congela rapidamente a contatto degli oggetti colpiti, rivestendo tutto di ghiaccio liscio e limpido”. Il gelicidio porta alla formazione di piccole lastre di ghiaccio che possono rivelarsi molto pericolose sulle strade.